Sei in Archivio

Auto

My Special Car Show: qui tutto è un pezzo unico

06 aprile 2013, 11:41

My Special Car Show: qui tutto è un pezzo unico

Lorenzo Centenari

Può una nicchia sopravvivere al suo stesso settore di appartenenza? Può, se il suo cuore è l’auto intesa come laboratorio di suoni, colori e ogni forma d’arte sappia coesistere su quattro ruote. Può, in altre parole, se il collante è la passione per il «tuning», mercato che non conosce crisi e che dell’automotive incarna la personalità più estrosa - senza che, in fin dei conti, sicurezza e goliardia vengano minimamente messe in un angolo.
Aperti ieri i battenti a Rimini Fiera e in programma fino a domani, «My Special Car Show» - proprio mentre il più «civile» Motor Show tira le cuoia o quasi - entra con l’edizione 2013 nel suo secondo decennio di esistenza. Il decimo anniversario della fiera internazionale della personalizzazione, forte del sigillo di garanzia di un organizzatore dalle spalle larghe come GL Events, aveva un anno fa festeggiato 80.000 presenze, quasi 2.000 esemplari in mostra, 200 club privati confluiti e l’adesione ufficiale di numerosi costruttori su vasta scala. Solo in biglietteria si saprà, calato il sipario su stereo giganti e aerografie da strabuzzarsi gli occhi, se il popolo dell’elaborazione post vendita ha ancora la stessa fame.
Quel che è certo, è che la community di riferimento della kermesse romagnola (85% di maschi, 70% di under 35) ha come sempre un incentivo in più a darsi appuntamento tra i padiglioni e i piazzali esterni del quartiere di Rimini: un mantra che prende il nome di «My Special Club», nientemeno che il raduno indoor più vasto d’Europa. È indubbiamente l’udito, il senso che ogni stand del salone dell’auto speciale e sportiva sollecita con più intensità: «Special Sound» lo slogan che abbraccia l’ala riservata al car audio e che come in passato si avvale della collaborazione dell’Associazione giudici OneCar, che ha battezzato My Special Car Show, lo spettacolo «dove niente è di serie», per lo svolgimento delle proprie finali.
Ma il talento sonoro di un impianto hi-fi ha diversi volti, dall’ascolto di qualità alla potenza pura: separate, così, sono le sezioni per le auto che suonano a porte chiuse (Sound Quality) e quelle che gridano la propria arroganza a portiere spalancate (Sound Show). Tutto si muove, alla fiera dell’auto «truccata», ma tra una dimostrazione (drifting, stunt show, etc.) e un diversivo (i concorsi Miss My Special Car Show 2013 e Miss Sportiva Rimini 2013) c’è spazio pure per l’esposizione tradizionale: tra una moltitudine di aziende specializzate, Peugeot approfitta del palcoscenico tematico per portare al debutto nazionale la 208 GTi, erede d’elezione della mitica 205 GTi.
Dal canto suo, Renault svela - e fa testare - la nuova Clio RS. Testa di ponte del Gruppo Fiat insieme a Mopar, Abarth aspira infine a raccogliere ai piedi del suo vessillo almeno una vettura in più delle 100 registrate la scorsa primavera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA