Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Salso - Orlandi: "Rifiuti, intreccio che porta in Lussemburgo"

07 aprile 2013, 21:24

Salso - Orlandi:

«L’appalto per la raccolta dei rifiuti a Salso: un intreccio societario che porta addirittura ad una società del Lussemburgo». A sollevare il caso è il gruppo di «Cambiare Salsomaggiore» che vede come candidato sindaco Matteo Orlandi.
«Recentemente nelle vie si vedono cumuli di rifiuti non raccolti che creano un notevole disagio  per i cittadini e una perdita di immagine per una città a vocazione turistica. Il nostro gruppo ha cercato di capire da cosa nasce questa mancanza – si spiega in una nota --. Il servizio è stato affidato dal Comune di Salso a Iren la quale ha subappaltato (appalto n°3269) il servizio di raccolta alla ditta Aimeri ambiente. Ci siamo informati del perché la ditta vincitrice non fosse in grado di rispettare il contratto e abbiamo scoperto che è soggetta a fallimento. La nostra curiosità è aumentata e abbiamo cercato di capire chi sono i responsabili amministrativi».
 «Dal sito di Aimeri – continua la nota - risulta: Società a Socio Unico, assoggettata a direzione e coordinamento di Biancamano Spa. Da Wikipedia scopriamo che la Biancamano spa è controllata al 51,47% da Giovanni Battista Pizzimbone, ma questo controllo e direzione viene eseguito tramite la Biancamano Luxembourg».
«Al gruppo di Cambiare Salsomaggiore - si rileva - è parso molto strano che una società quotata in borsa e con sede in Lussemburgo si occupi della raccolta differenziata a Salso, pertanto abbiamo cercato di capire da chi è rappresentata e controllata questa società finanziaria. Da un articolo apparso sulla Provincia di Como, giornale on line, nel 30 settembre 2010, leggiamo e scopriamo che: “Pier Paolo Pizzimbone, fascinoso imprenditore (tanto da far innamorare anche Barbara d’Urso e Stefania Orlando), considerato il pupillo di Marcello Dell’Utri, al quale il consigliere della Aimeri (Giovanni Battista Pizzimbone) ha regalato la gioia di non meno di trenta Circoli del buon governo in Liguria. Un impegno politico sfociato nella candidatura alla Camera - andata male - dello stesso Pizzimbone nelle file del Pdl siciliano”».
Per Cambiare Salsomaggiore «riassumendo questo intreccio societario, ne vien fuori che la raccolta differenziata di Salso è stata affidata da Iren a Aimeri ambiente, controllata da Biancamano spa, controllata da Biancamano Luxembourg, controllata dal sig. Pizzimbone, che, citando la Provincia di Como «è un pupillo di Marcello dell’Utri». Questo groviglio ha portato un notevole disservizio alla cittadinanza e amministrazione e ai dipendenti dell’Aimeri ambiente».
«Per evitare in futuro casi analoghi, Cambiare Salsomaggiore propone che nel 2014, a scadenza degli attuali contratti, l’amministrazione provveda direttamente l’emissione di un bando di gara per la raccolta da affidare a un consorzio di imprenditori locali, che rispettino: norme anti riciclaggio denaro, tracciabilità del servizio, qualità servizio, clausole sociali, inserimento di disoccupati salsesi nelle assunzioni».
«L’amministrazione dovrà impegnarsi nella gestione del rifiuto, con la vendita diretta del materiale differenziato andando ad ammortizzare le spese per lo smaltimento dell’indifferenziato e se il conto economico lo permetterà, una diminuzione della tassa rifiuti».