Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Fidenza - La Bacchi Modena: "Le linee di mandato sono rispettate"

08 aprile 2013, 07:09

Fidenza - La Bacchi Modena:

Annarita Cacciamani
Aquasi due anni dal suo ingresso in giunta, l’assessore a Ambiente, Viabilità, Sicurezza e Protezione civile Fulvia Bacchi Modena (Lega Nord) illustra i principali obiettivi del suo assessorato e traccia un primo bilancio della sua  esperienza amministrativa, che definisce positiva.

Assessore Bacchi Modena, lei è in giunta da quasi 2 anni. Come valuta questa esperienza? L’assessorato sta realizzando le linee di mandato del 2009?
Dopo 2 anni si può fare il punto della situazione: è un’esperienza molto positiva. Sono arrivata «in corsa» e ho portato avanti progetti molto rilevanti come le bonifiche già avviati dalle precedenti amministrazioni. Stiamo dando anche impulso a iniziative nuove, piccole e poco costose. Credo che le linee di mandato si stiano rispettando in maniera diligente in base alle risorse di un assessorato che si occupa di progetti di ampio respiro.

Uno degli interventi più rilevanti è la bonifica del Sin "Fidenza". Come sta procedendo?
Ci sono le condizioni perché le 4 aree del sito siano cantieri nel 2013: in Cip il cantiere dell’ultima fase dei lavori è aperto da tempo, all’ex forno inceneritore di San Nicomede completeremo il primo stralcio, alla ex discarica Vallicella contiamo nel mese di maggio di attivare il cantiere ed entro la fine dell’anno dovremmo completare l’intervento. Per quanto riguarda Carbochimica, lo scorso 25 marzo abbiamo consegnato l’area per tutto il primo stralcio di demolizione delle strutture e bonifica. Le bonifiche stanno diventando realtà passo dopo passo.

Le bonifiche godono di un finanziamento totale di 14 milioni di euro. Gli ultimi 4 milioni di competenza del ministero dello Sviluppo economico che ancora mancano arriveranno a Fidenza?
La quota di finanziamento è tuttora prevista e non è stata cancellata. Il nostro intento è di fare in modo che lo Stato rispetti gli impegni presi con l’accordo di programma quadro dell’8 aprile 2008. Mi chiedo come ciò potrebbe non avvenire per il sito che ha raggiunto gli obiettivi più avanzati sul piano amministrativo e tecnico operativo. Mi conforta la collaborazione di Provincia e Regione.

Come procede il programma di qualificazione energetica di Fidenza? 
Bene. Lo dimostra il finanziamento di circa un milione attribuito sul primo programma dalla Regione, che, con il secondo programma, ha aggiunto all’inizio di quest’anno altri 400 mila euro per la copertura fotovoltaica del parcheggio di via Marconi, premiando nuovamente la nostra progettualità. Abbiamo raggiunto risultati importanti sul fotovoltaico e quest’anno faremo la gara d’appalto per il completamento dell’impianto di cogenerazione del quartiere Europa e la gara per il trigeneratore dell’Apea «Marconi».

Un tema importante è la viabilità. Nelle linee di mandato del sindaco si parla di rivedere completamente il Piano urbano del traffico. Non è ancora stato fatto. Perchè?
Stiamo lavorando al Put ma abbiamo sempre detto che si sarebbe mosso in modo coordinato col Psc. Quest’anno entrambe queste progettualità conosceranno significativi avanzamenti. Stiamo, altresì, lavorando su singole realizzazioni e sul completamento degli interventi di rilevanza strutturale. Dai dati del rilievo di traffico sistematico sulla viabilità cittadina e di rilevanza territoriale che presenteremo, emergerà una riduzione delle criticità.
La giunta Cantini è al lavoro da ormai 4 anni. Il Pdl ha abbandonato la maggioranza sostenendo che non siano state rispettate le promesse del 2009. Secondo lei si sta rispettando il programma elettorale?
«La Lega sta rispettando il programma. Fidenza, il suo territorio e le sue esigenze sono nel nostro dna: abbiamo due assessorati abbastanza strategici e vogliamo il bene dei cittadini. Per quanto di mia competenza, non riscontro particolari criticità e si sta lavorando bene. Dare un giudizio complessivo spetta al sindaco. Il Pdl ha assunto una posizione molto critica e si è registrata una spaccatura fortissima fra loro. E’ una questione che riguarda il Pdl».