Sei in Archivio

Sport

I Panthers sbancano anche Bolzano

08 aprile 2013, 21:40

I Panthers sbancano anche Bolzano

 Paolo Mulazzi

I Panthers sbancano anche Bolzano e ottengono la seconda vittoria consecutiva in campionato. La partita ha mantenuto fede alle aspettative della vigilia che vedeva negli altoatesini un osso duro da superare, vogliosi anche di riscatto dopo la sconfitta interna all’esordio subita contro i Seamen, altra pretendente alla finale. Per due quarti così è stato, con il punteggio sul filo della parità con le due squadre incapaci di battere le difese avversarie. 
Solo grazie al piede di Vergazzoli si è sbloccato il punteggio che ha visto le due squadre andare alla pausa lunga su uno striminzito 3-0. I Panthers hanno messo al sicuro il risultato nel terzo quarto e sono riusciti a contenere la rimonta dei Giants. Ancora una volta ottima la prova della difesa nero e argento che ha costretto più volte i padroni di casa a perdere il possesso dopo il quarto down. Nel primo quarto è una sfida a distanza tra Bonacci e Monardi vinta dal primo che intercetta per due volte il quarterback ducale, la seconda delle quali in end zone. Per Monardi, però, si trattava solamente di «oliare» il braccio: saprà prendersi la rivincita. I Giants arrivano a 4 yd dalla zona fatidica a fine quarto e alla ripresa ci provano con un terzo e inches ma la difesa riesce a guadagnare un turnover. Anche la difesa delle Pantere non vuol essere da meno e poco più tardi Johnson intercetta Gillett sulle 45 difensive. I Panthers guadagnano il primo down dalle 26 bolzanine, Malpeli Avalli ne guadagna un altro correndo alle 16 ma non riescono a colmare la distanza dal touchdown. Nell’ultimo possesso a una manciata di secondi dall’intervallo i Panthers sbloccano il punteggio con un field goal di Vergazzoli dalle 36 yd. Nel terzo quarto i Panthers allungano con un touchdown di Christian da un passaggio di 16 yd di Monardi, il tutto nato da un fumble con pallone recuperato da Malpeli Avalli. La linea difensiva dei Panthers rende pan per focaccia ai padroni di casa e Gillett si fa intercettare per la seconda volta: ora è Karstetter ad agguantare il pallone a 3 yd dall’end zone. E in end zone ci va proprio il wide receiver, rimasto in campo, sul drive successivo. Monardi va con lo screen pass laterale e il ragazzone della WSU si fa circa 80 yd di corsa. Vergazzoli è infallibile e aggiunge un altro punto. Con un solo quarto ancora da giocare il vantaggio dei Panthers è di diciassette punti. Nell’ultimo periodo, i Giants ottengono un primo down sulle 42 delle Pantere a causa di un interferenza. Gillett riesce a trovare Michaeler che mette così a segno la prima marcatura della partita per la propria squadra. Bolzano prova a convertire da due ma fallisce l’obiettivo. Undici punti di vantaggio possono essere tanti se si concede agli avversari solo un touchdown in tre quarti e mezzo. I Giants hanno sei minuti e partono dalle loro 31 ma il tempo trascorre e la linea difensiva ducale argina bene facendo perdere loro terreno. Il passaggio di proprietà del pallone significa sigillo sulla partita. Dopo la sosta, altra trasferta: match-clou con i Seamen.