Sei in Archivio

Parma

La crisi entra in chiesa: in calo le offerte dei fedeli

08 aprile 2013, 10:52

La crisi entra in chiesa: in calo le offerte dei fedeli

Luca Molinari
La crisi non risparmia nulla. Nemmeno le offerte in chiesa. Nell’ultimo anno, in media, le parrocchie della nostra diocesi hanno subito una riduzione del 10-15% delle entrate. Un calo rilevante, soprattutto se si pensa che i conti di ogni parrocchia si basano quasi interamente sull’altruismo dei propri fedeli.
 «Il calo delle offerte c’è e si sente – spiega don Riccardo Ugolotti, economo diocesano e parroco di Monticelli Terme - ma è difficile quantificarlo con precisione, ogni parrocchia è diversa dalle altre. A livello generale la diminuzione si aggira attorno al 10-15%». Mediamente una parrocchia come quella di Monticelli, che conta circa 4 mila fedeli, «raccoglie circa 30 mila euro all’anno – precisa - tra offerte delle messe domenicali e quelle legate all’accensione delle candele in chiesa». A questa voce però ne vanno aggiunte altre, ad esempio, le offerte per le benedizioni pasquali e quelle per eventuali lavori straordinari promossi dalla parrocchia che solitamente sono in parte finanziati dall’Otto per mille.
 Le parrocchie più «ricche» sono quelle cittadine e dei paesi di maggiori dimensioni. Maria Immacolata (via Casa Bianca), ad esempio. ...L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola 

© RIPRODUZIONE RISERVATA