Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Fornovo - Gli studenti al sindaco: "Salviamo la scuola"

09 aprile 2013, 15:38

Fornovo - Gli studenti al sindaco:

Donatella Canali

Materiali riciclati, fotocopie ridotte al minimo, progetti abbandonati o ridimensionati: la ‘povertà’ della scuola ha dei chiari sintomi. Risparmi e restrizioni che da tempo vanno oltre la buona pratica del recupero e dell’abbattimento degli sprechi. Quasi quotidianamente insegnanti e dirigenti scolastici lamentano le difficoltà che devono affrontare. A parlarne è anche la lettera di una studentessa delle medie, Dora, dalle pagine dell’ultimo numero di «Fatti e Misfatti», il giornalino edito dall’Istituto comprensivo di Fornovo per raccontare la vita e le esperienze degli studenti, che rivolge un appello direttamente al sindaco.

Tema della missiva pubblica, la situazione scolastica, che diventa l’occasione per un confronto a distanza. «La mia scuola - scrive infatti Dora - è a corto di fondi, io so che lei non può fare miracoli, ma è una situazione... imbarazzante. Non solo per gli studenti, a volte costretti a servizi igienici senza carta igienica, ma anche per i professori costretti a riciclare oggetti (anche non riciclabili) come scotch dell’anno scorso e cartelloni... Comunque io le volevo solo chiedere un piccolo favore... Cioè quello di fare qualcosa per salvare la scuola, anche solo donare pochi soldi, almeno per la carta igienica! Anche se so benissimo che la scuola non è del comune, è statale... Comunque io non voglio criticare né la scuola, né il suo modo di gestire i risparmi... lo le ho solo fatto presente questa situazione e i disagi che provoca».

.............Articolo completo, con la risposta del sindaco, sulla gazzetta di Parma in edicola