Sei in Archivio

La Vasca

Il mARTEdì - Simona Huta Thei

09 aprile 2013, 17:08

Il mARTEdì - Simona Huta Thei

Margherita Portelli
Ama gli angoli e snobba le sfumature, Simona Huta Thei. Le sue creazioni, simpatiche sagome di legno colorate, si possono definire – stando alla stessa artista – “forme personali d’intrattenimento”. Sono ingombranti distillati di buonumore a cavallo tra cartoon e falegnameria: eccoli i Trucioli di Simona, 30enne originaria di San Secondo che da circa un anno si è messa a fare gelati, scarpe, pesci e animali di ogni sorta. Minimo comune denominatore, la materia prima: tavolette di legno truciolare.  Ecco una breve chiacchierata con la creativa per capire più a fondo la sua particolarissima forma d’arte.
Simona, cosa sono i tuoi trucioli?
I Trucioli sono nati l'anno scorso, ho voluto dare un nome ad un personale intrattenimento. Fisicamente non sono altro che tavolette di legno truciolare intagliato con seghetto alternativo, levigato e poi dipinto con colori acrilici, smalti ed indelebile.
Siamo a cavallo tra arte e artigianato? Come realizzi le tue opere?
Da un punto di vista "sentimentale" mi piace definirli "Legnetti da compagnia" perché nascono su commissione e quindi sono oggetti personalissimi. è il "cliente" che decide il soggetto: per esempio ho da poco finito un cono gelato per una gelateria, il gelato doveva essere rigorosamente ai frutti di bosco perché il gelataio vinse un premio con quel gusto. Ho preparato una scarpa per signora per un negozio di scarpe appunto, riprodotto diversi amici a 4 zampe, uno squalo giallo perché al bambino piaceva così, un orata di 1 metro per una pescheria. 
Parlaci più in generale del tuo rapporto con l’arte e la creatività… 
E’ buffo perché non sono in grado di disegnare: utilizzo sempre la riga per creare la sagoma. Le linee mi danno sicurezza, parto sempre da una linea poi vedo che ne esce. Infatti a parte gli occhietti di certi soggetti tutto il resto è squadrato, in una simpatica recensione sono stata definita pop-pettara: mi piace, qualcosa di pop c’è. 
Sei un’autodidatta? 
Non ho studi specifici alle spalle solo un bel rapporto con il legno nato per caso.
Hai un nome d’arte 
Fino qualche mese fa mi piaceva chiamarmi "MISTIKALISTIKA": con questo nome firmavo legnetti ben diversi, un po' più animati ma sempre in riga (come “Grr”).
Per scoprire il mondo dei trucioli di Simona si può dare un’occhiata al suo blog http://truciolisimona.blogspot.it/ o farsi un giro su Facebook: Trucioli. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA