Sei in Archivio

Parma

Parmalat/Lactalis: all'esame di Consob e tribunale un compenso legale da 880mila euro

09 aprile 2013, 15:46

Parmalat/Lactalis: all'esame di Consob e tribunale un compenso legale da 880mila euro

MILANO/Ansa – L'acquisto di Lag dall’azionista di controllo Lactalis potrebbe non essere un grande affare per Parmalat, come sospettano la Consob e la magistratura, ma certamente è stato un buon affare per Francesco Gatti, legale di fiducia dei francesi e consigliere di Parmalat, al cui studio legale il gruppo di Collecchio ha versato 878 mila euro per l'attività di consulenza prestata nella contestata acquisizione, inclusi 94 mila euro di rimborsi spese.

Si tratta, emerge dal bilancio di Parmalat, di gran parte degli 1,16 milioni versati nel 2012 allo studio d’Urso Gatti Bianchi. Già nel secondo semestre del 2011 le consulenze di Gatti, entrato nel cda di Parmalat su indicazione di Lactalis, assistita dal legale nell’opa sul gruppo di Collecchio, erano state remunerate con 400 mila euro. Gatti si è occupato degli aspetti legali di un’altra operazione finita nel mirino della Consob, l’organizzazione di quel cash pooling che aveva accentrato in Francia la gestione del 'tesorettò da 1,4
miliardi accumulato dall’ex Ad di Parmalat Enrico Bondi.

Sui compensi di Gatti e sulla correttezza delle procedure con cui è stata assegnata la consulenza – in quanto consigliere il legale è parte correlata – hanno acceso un faro la Consob e il Tribunale di Parma.