Sei in Archivio

Spettacoli

Battiston insegnante di cinismo a Fidenza

11 aprile 2013, 15:39

Battiston insegnante di cinismo a Fidenza

Musica e pensieri animano «Il precario e il professore», in scena domenica alle 21 al Teatro Magnani di Fidenza. Lo spettacolo di Piero Sidoti e Giuseppe Battiston è imperniato sulle musiche musiche originali di Piero Sidoti, eseguite dal vivo da Piero Sidoti chitarra e voce; Antonio Marangolo, sax e percussioni; Nicola Negrini, contrabbasso mentre Giuseppe Battiston è “il professore”.
Spiega una nota: «Uno spettacolo agrodolce e purtroppo molto attuale di parole e musica, una galleria di persone anonime che stazionano nell’incertezza e aspettano che arrivi prima o poi il loro momento». Personaggi defilati, rimossi, disattesi: la prostituta del brano Venere nera, un vecchio ballerino in disarmo, un acrobata, un prigioniero, un musicista, un giovane precario a vita; gente comune che sopravvive ai margini e proprio lì, in quelle periferie dell’animo e della società, affina una propria, particolare sensibilità, in grado di rubare alla quotidianità attimi unici di emozioni e pensieri.
E’ gente comune ma preparata che riesce a barcamenarsi nella giungla fitta di contratti a progetto e lavoretti a termine: un’espressione che può risuonare ad un precario risolutiva e perfino rassicurante, ma che cela una condizione permanente di sottoccupazione temporanea e disoccupazione affettiva.
Fra un brano e l’altro si fa spazio il personaggio dello “scafato” professore di matematica del liceo, che dall’alto del suo trascorso sessantottino - poi riciclato in cinismo disincantato – invita un ex-studente a “surfare” sulla vita, a stare a galla, dribblare gli ostacoli e soprattutto a prendere le cose con astuzia. E’ un modo per continuare a sopra-vivere, farsi accudire ancora da mamma e papà e ogni tanto rubacchiare anche sulla pensione del nonno, ma altresì a spegnere a poco a poco il sogno dei grandi orizzonti e per piegarsi al piccolo cabotaggio della navigazione sotto costa.
Piero Sidoti e due musicisti di talento - Antonio Marangolo ai fiati e alle percussioni, Nicola Negrini al contrabbasso - sanno restituire la ricca atmosfera e i molti colori delle storie cantate. In questa formazione del tutto speciale si affianca come autore/attore, ma anche come ospite speciale, Giuseppe Battiston, notissimo e pluripremiato interprete del cinema italiano di qualità. Battiston, è un vecchio amico d’infanzia di Sidoti. Giocavano insieme da piccoli e ancora continuano a giocare con passione, sul palcoscenico usando la musica e il teatro.
Biglietti: da 10 a 20 euro. Prevendita online sul sito di Vivaticket. Il punto vendita locale è Disc Jockey ’70 via Gramsci, 24  Fidenza, telefono 0524 524309.