Sei in Archivio

Parma

Una cappellina all'ospedale dei bambini

11 aprile 2013, 15:35

Una cappellina all'ospedale dei bambini

Lorenzo Sartorio
Mancava solo un «brillante» per ultimare il «gioiello». Ieri mattina, infatti, è stata inaugurata la  cappellina dedicata a Gesù Bambino che, d’ora innanzi,  impreziosirà  il nuovissimo Ospedale dei Bambini dedicato a Pietro Barilla. 
«Inizialmente non è era stato progettato un luogo di culto - ha precisato Gian Luigi dè Angelis,  direttore del Dipartimento materno-infantile e della Gastroenterologia ed endoscopia digestiva  dell’Azienda ospedaliero universitaria - l'ho fatto presente  al direttore generale dell’Azienda Leonida Grisendi  che ha offerto la sua preziosa collaborazione».
La cappellina,  che è stata benedetta dal vescovo, Enrico Solmi, è impreziosita da due opere donate dal maestro Antonio Nocera.  «Un luogo di culto - ha proseguito dè Angelis -  aperto a tutti indistintamente e a chiunque  desideri  raccogliersi per pregare e meditare».
Il vescovo,  nel ringraziare per l'iniziativa «di  grande aiuto ai piccoli pazienti e ai loro familiari  calata in un luogo dove  la professionalità è altissima» - ha pure ricordato come «la semplicità,  unita alla bellezza, siano  care al Signore».
La cappella  si trova al piano terra della struttura ospedaliera ed è facilmente raggiungibile dall’ingresso. Un particolare ringraziamento, infine, dè Angelis lo ha rivolto al maestro Nocera, sottolineandone  il grande pathos oltre che la  grande valenza artistica, a Luca Barilla e a tutti i volontari  che si alternano  nell’Ospedale dei Bambini « i quali - ha concluso - rappresentano il più bell'esempio che la nostra città sta offrendo».
Alla cerimonia erano presenti   il prefetto, Luigi Viana, il questore, Giuseppe Racca, Luca Barilla, il presidente del Consiglio comunale, Marco Vagnozzi, il direttore generale  dell’Azienda ospedaliero-universitaria, Leonida Grisendi, il superiore  dei cappuccini della cappellanìa dell’Ospedale, padre Gianni Golinelli, il preside della facoltà di Medicina e Chirurgia  del nostro ateneo, Loris Borghi, i professori Sergio Bernasconi, Aldo Agnetti, Gian Carlo Izzi, Riccardo Volpi, Giuseppe Fabrizi e altri.
Presente anche una folta  rappresentanza del Rotary Club Parma guidata dal  segretario Leonardo Farinelli e dall’incoming Antonio Maselli. Il Rotary club Parma, con   il past president, Stefano Spagna Musso,  da subito, sostenne il progetto dell’Ospedale dei Bambini con la realizzazione di un dvd sulla vita di Maria Luigia, ideato da Mauro Biondini, il cui ricavato della vendita è andato a favore della nuova struttura ospedaliera.