Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Salso - Centrosinistra, in cantiere un'alternativa a Fritelli?

13 aprile 2013, 00:17

Salso - Centrosinistra, in cantiere un'alternativa a Fritelli?

Centrosinistra: una lista alternativa e concorrente al già candidato sindaco del Pd Filippo Fritelli?
In vista delle elezioni amministrative del 26 e 27 maggio, le acque sarebbe quanto mai agitate all’interno del centrosinistra dove potrebbe nascere una lista «antagonista» a quella di Filippo Fritelli.
Mancano quindici giorni al termine ultimo per la presentazione dei candidati sindaco e delle liste, fissato per il 27 aprile, ma i lavori sarebbero in corso per dar vita a questa lista, slegata dai simboli, che vedrebbe al suo interno esponenti di partiti del centrosinistra, dello stesso Pd non in linea al candidato Fritelli ed esponenti del mondo imprenditoriale e dei lavoratori di Salso e Tabiano.
Dopo la vittoria di Fritelli alle primarie del Pd, non si sarebbe costituito un tavolo di confronto e programmatico con gli altri partiti del centrosinistra mentre un parte del Pd locale non si vedrebbe rappresentata dal candidato sindaco uscito dalle primarie. Per questo si starebbe cercando di costruire una lista alternativa,  di ampio respiro con persone anche slegate dai partiti e legate al mondo imprenditoriale locale, per costruire su basi programmatiche e non ideologiche un progetto credibile per il rilancio di Salso.
Sarebbe tutto in divenire ma visti i tempi ormai quanto mai stretti, già entro la fine della prossima settimana la lista potrebbe vedere la luce.
Lista che vedrebbe fra gli «attori» anche l’assessore provinciale Andrea Fellini.
Lo stesso Fellini interpellato in merito alla situazione del centrosinistra non ha voluto rilasciare dichiarazioni anche perché molto impegnato in questi giorni nella sua attività istituzionale per l’emergenza frane in appennino. Comunque al puzzle in vista delle amministrative, mancano ancora tante tessere da incastrare.
Al momento sono 5 i candidati sindaco ufficializzati: Fritelli per il Pd appunto, Matteo Orlandi per il movimento civico «Cambiare Salsomaggiore», Francesco Sozzi per il Movimento 5 Stelle, Gaetana Russo sostenuta dalla lista civica «Scelta unica» e da Fratelli d’Italia, e Gianluigi Zanardi per la lista «Scelta civica per il futuro di Salsomaggiore».
E se il centrosinistra viaggia nel mare mosso, non sta meglio nemmeno il centrodestra che potrebbe presentarsi in ordine sparso. I tempi della coalizione che si era formata intorno all'ex sindaco Carancini, infatti, sono lontani. Forse dopo la riunione del Pdl provinciale di ieri sera a Salso anche con il coordinatore regionale Filippo Berselli, potrebbe arrivare a giorni qualche schiarita.