Sei in Archivio

Economia

Confesercenti: Testa riconfermato presidente

13 aprile 2013, 19:44

Nel  corso dell’assemblea provincia le elettiva di Confesercenti Parma è stato riconfermato, per altri  quattro anni, Corrado Testa,  commerciante di Salsomaggiore  Terme.
Al centro del dibattito, le  grandi difficoltà delle imprese e  di tutto il sistema economico ita liano. Il presidente, nella sua relazione, ha toccato i temi nazionali e locali con particolare riferimento alla necessità di arrivare, in tempi rapidissimi, ad  avere un governo autorevole che  attui le riforme necessarie al Paese.
«Abbiamo un’imposizione fi scale fra le più alte in Europa che,  aggiunta al costante aumento  dei tributi e tasse a livello locale,  ha ormai superato ogni limite di  sopportazione. Le imprese non  ce la fanno più e sono costrette a  chiudere. C'è bisogno di stabilità,  concretezza e risposte certe, non  di ideologie sterili» - ha dichiarato Testa.
 A Parma, inoltre, sono state  applicate tutte le addizionali al  massimo e questo aggrava una  situazione già di per sé compromessa. Ogni giorno chiudono in  Italia 1000 imprese e la disoccupazione, in particolare quella  giovanile, ha tassi di crescita a  due cifre. «Non è accettabile  -  afferma Testa - i giovani dovrebbero essere incentivati, mentre  la riforma del lavoro li ha allontanati da ciò che dovrebbe essere  un pilastro della nostra Costituzione. Così come dovrebbe essere più semplice aprire un'impresa. Un giovane che vuole diventare imprenditore ha davanti a  sé almeno un anno di attesa prima di avere un minimo di fatturato. Si pensi che per ampliare  una edicola ci sono voluti 400  giorni di pratiche. Non è più tollerabile. I nostri imprenditori sono subissati da 120 adempimenti  all’anno più una miriade di regolamenti che li obbliga ad ulteriori balzelli e a sottostare a  norme a volte insostenibili e in comprensibili. Abbiamo bisogno  di semplificazioni e di Amministrazioni che diano risposte certe  alle imprese».
 Blocchi del traffico, varchi  elettronici, Cosap alle stelle, mo vida, smaltimento rifiuti, carichi  e scarichi, multe, sanzioni: è vero  che per Confesercenti Parmat le regole vanno rispettate, «ma le regole devono anche mettere in  conto le difficoltà oggettive nell'adempierle. Così come sono  state istituite sono solo un ulteriore deterrente per le imprese  del commercio, turismo e servizi.  In un momento delicato come  questo diviene sempre più importante l'associazionismo, in quanto voce dei reali problemi, garante delle piccole e medie imprese, aiuto concreto nell'affrontare, interpretare e razionalizzare le innumerevoli norme e  regole».
Negli ultimi anni Confesercenti ha introdotto alcune riforme che serviranno a snellire la  propria attività aggiornando il  nuovo modo di essere associazione. Per esempio, i Comuni della zona Ovest della nostra provincia sono stati accorpati  creando un unico gruppo dirigente per Fidenza, Salsomaggiore e i Comuni al di là del fiume  Taro, mentre a Parma è stata annessa anche la zona di San Secondo.
Altra scelta all'avanguardia è stata quella riguardante la  comunicazione. Primo tra tutti il  nuovo sito www.confesercenti parma.it, un innovativo spazio  che semplifica e rende sempre  più diretto il dialogo con gli associati e non, introducendo per  la prima volta nel mondo delle associazioni di impresa un vero  proprio e-commerce di servizi,  corsi, preventivi, consulenze e  documenti specifici per il settore  del commercio e turismo.
Ovviamente non potevano mancare  nel rinnovamento tutti i principali social network come Twitter, Facebook, YouTube ed altri  che completano l’offerta comunicativa di Confesercenti Parma.  Al termine del dibattito l’assemblea ha votato all’unanimità la  rielezione di Corrado Testa e la  presidenza provinciale, rinnovata, con l’ingresso di giovani imprenditori.