Sei in Archivio

Parma

"Mangia come scrivi": a tavola con gli scrittori della Gazzetta

14 aprile 2013, 22:00

Chiara De Carli

Prendete quattro scrittori-giornalisti della Gazzetta di Parma,  aggiungete il cantante italiano più famoso in America latina, uno dei maggiori pittori italiani contemporanei, l’estro creativo dello chef Andrea Nizzi e quattro birre artigianali del Birrificio del Ducato e avrete la ricetta servita agli ospiti di «Mangia come scrivi», la rassegna gastro-letteraria-pittorica ideata e condotta da Gianluigi Negri. Nella Cappella del Duca del Collegio dei Nobili Luigi Alfieri, Gabriele Balestrazzi, Davide Barilli e Claudio Rinaldi, accompagnati dall’artista parmigiano Enrico Robusti e dal musicista fidentino Giancarlo Pioli («El rubio loco»), sono stati i protagonisti del terzo appuntamento della kermesse. Ad aprire la serata è stato Gabriele Balestrazzi, responsabile del sito web della Gazzetta, con «Il Ducato 5 Stelle» (Fedelo’s editore). «In questo libro racconto la città, dagli arresti che hanno avviato la caduta dell’amministrazione Vignali all’arrivo dei “5 stelle” - ha spiegato Balestrazzi -. E’ un diario di quello che è accaduto ma che non guarda solo ai personaggi politici o alle vicende giudiziarie. C'è spazio anche per personaggi come Felice da Parma e Tiziano Marcheselli, persone che hanno lasciato qualcosa di importante alla città: la vera Parma, il vero “ducato a 5 stelle”, per me sono loro». Negri ha poi annunciato il libro scritto a quattro mani da Claudio Rinaldi e Massimo Gualerzi: «Supersalute - 7 mosse per dimagrire, restare sani, contrastare l’invecchiamento» (Sperling & Kupfer), consigli «soft» per vivere sani: un  volume  partito  forte nelle vendite. Rinaldi ha scherzato su come, con l’approccio giusto, si può passare da «pigroni incalliti» a maratoneti - come è successo a lui - conducendo una vita sana e salutare. «Le sette mosse di cui parliamo nel libro sono i nemici della salute - lo stress, l'obesità, il sale e il dormire male - e i nostri alleati: la corretta alimentazione, il pensiero positivo e l'esercizio fisico».
Dalla «rivoluzione» parmigiana alla magia di Cuba, attraverso gli occhi di uno degli scrittori italiani maggiormente apprezzato nell’isola caraibica: Davide Barilli. In anteprima nazionale, l’autore ha conversato con Gianluigi Negri su «Il gallo in bicicletta», terzo volume della collana «Riflessi» della casa editrice Fedelo’s. Illustrato da Ramon Perez Pereira e stampato in edizione bilingue italiano-spagnolo, il libro è stato presentato nelle scorse settimane a L’Avana e quella di Fontevivo è stata la sua prima «uscita» italiana. Un marinaio in pensione e il suo gallo «grasso e lento», tra scommesse clandestine e follie per sbarcare il lunario, prendono vita tra le pagine regalando uno scorcio di una insolita Cuba. «La collana - ha raccontato Barilli - è formata da piccoli libri tascabili con brevi testi e illustrazioni in una sorta di contaminazione tra parole e immagini. Il gallo in bicicletta racconta fatti di cui a Cuba non si può parlare: per questo ha attirato l’attenzione».
A chiudere la serata è stato «Il sole e la neve» (Fermoeditore), ultima fatica di Luigi Alfieri. I coriandoli della vita del bambino Luigi sono stati raccontati dall’autore-protagonista mentre sullo schermo scorrevano le «storie-nella-storia» disegnate da Enrico Robusti. «Ho voluto descrivere la vita di un bambino che diventa adulto - ha detto Alfieri - ma anche la natura che cambia durante l’anno. Nella frenesia di oggi abbiamo perso un po' il piacere del contatto con la natura». Robusti ha spiegato come ha creato le illustrazioni del libro.
Il prossimo appuntamento con «Mangia come scrivi» sarà il 10 maggio con «M come Mistero»: Loriano Macchiavelli, Marco Malvaldi e Gianni Mura chiuderanno la rassegna a «I 12 monaci». Per partecipare la prenotazione è obbligatoria (0521.610010).