Sei in Archivio

Parma

La protesta - Ma quante multe per i rifiuti altrui

14 aprile 2013, 12:07

La protesta - Ma quante multe per i rifiuti altrui

Enrico Gotti

Multati per rifiuti lasciati in giro da altri: è successo alla gelateria K2. Partono le prime sanzioni per chi non fa la differenziata, così come le proteste per gli esercenti. «Noi teniamo tutto separato, ma poi la gente passa e butta dei sacchi dell’immondizia accanto ai nostri bidoni e la multa arriva a noi. L’altro giorno ne abbiamo presa una per questo motivo», dice Luis Fernando Ocampo, che serve i gelati di fianco al monastero di San Giovanni. In tutta questa parte di centro storico è difficile trovare un negoziante soddisfatto della raccolta di rifiuti. «Ci vorrebbe gradualità. - dice Alberta Carini, della boutique di artigianato in borgo del Correggio. – Sono convinta che sia fondamentale dividere i rifiuti, ma da un giorno all’altro sono spariti cassonetti e sono arrivate le multe. Si poteva andare per gradi. In più aumenterà la tassa sui rifiuti, è in arrivo la Tares, non si sa ancora quale sorpresa ci ritroveremo. Non è facile nemmeno per i residenti, rispettare regole e orari della differenziata»...L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola