Sei in Archivio

Parma

Parma celebra Pietro Barilla: la serata del Regio in alta definizione su Tv Parma

14 aprile 2013, 19:56

Parma celebra Pietro Barilla: la serata del Regio in alta definizione su Tv Parma

Alberto Rugolotto

La tecnologia al servizio della storia e della solidarietà. La storia è quella di una grande figura della nostra città, Pietro Barilla, di cui ricorre il centenario della nascita. La finalità benefica, invece, è quella dello spettacolo «Pietro, cent'anni avanti», che andrà in scena al Teatro Regio questa sera (lunedì 15 aprile) alle 20, con il ricavato interamente devoluto all’Ospedale dei bambini di Parma. La tecnologia, a chiudere il cerchio, è la rete in fibra ottica messa a disposizione da Bt Enìa, principale fornitore alternativo di telecomunicazioni sul nostro territorio. Grazie a questo collegamento, la serata del Regio sarà il primo evento in diretta che Tv Parma produrrà e trasmetterà in alta definizione (canali 17 e 517).
Si diceva: tecnologia per scopi nobili. Lo rimarca Alessandro Dall’Olio, amministratore delegato di Bt Enìa. «Siamo lieti di contribuire alla realizzazione di un evento così importante e sentito dalla città. Ritengo Pietro Barilla un esempio a livello umano e imprenditoriale. Noi lavoriamo sulla base di progetti precisi, ragionati e mirati. La serata rientra in questa logica». Alla base c'è la rete a banda larga, un caposaldo della tecnologia per il presente e l’immediato futuro. «Oltre a Parma, poche altre città in Italia possono vantare un rapporto così alto tra cittadini ed estensione della rete», spiega Dall’Olio. «Parma è una sorta di isola felice, così come l’Emilia Romagna. In Italia, al contrario, ci sono le infrastrutture, ma si sconta un po' il ritardo delle politiche locali e nazionali».
La prima realizzazione della fibra ottica, nel nostro territorio, risale ad oltre dieci anni fa. Bt Enìa - i cui azionisti sono British Telecom, tra i principali operatori internazionali, e la multiutility Iren, che mette a disposizione le infrastrutture - ha sviluppato una rete utile sia per le imprese sia, soprattutto, per gli enti pubblici. «Le nostre due anime sono fondamentali per ottimizzare i servizi per clienti e cittadini. Facciamo degli esempi. Il «Comune amico», al Duc, unico punto di accoglienza per diversi servizi. Oppure la sanità: perchè una signora anziana, nel 2013, deve ancora fare quattro ore di coda per ricevere le carte per una visita? E non dimentichiamo Urbanet, la rete wireless che copre l’area urbana di Parma e consente a cittadini e turisti di connettersi ovunque».
La rete di Bt Enìa collega oltre 90 comuni tra Parma, Piacenza e Reggio e collabora in particolare con la pubblica amministrazione. «Le possibilità offerte dalla fibra ottica sono infinite, anche a livello “green”, per ridurre costi e impatto ambientale delle telecomunicazioni. In questo modo si può rispondere nello specifico alle singole esigenze del cittadino».

 Oggi sulla Gazzetta di Parma il ricordo che scrisse per la morte di Pietro Barilla  Indro Montanelli

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA