Sei in Archivio

Arte-Cultura

Giovedì Ida Dominijanni alla Libreria Ubik

15 aprile 2013, 20:20

Giovedì Ida Dominijanni alla Libreria Ubik

Appuntamenti diversi quelli che la Libreria Ubik propone per questa nuova settimana.
Giovedì 18 Aprile alle 18,00 il Centro Studi Movimenti Parma in collaborazione con la Libreria Ubik presenterà il libro: "Populismo e democrazia radicale. In dialogo con Ernesto Laclau".
All'appuntamento parteciperanno: la filosofa, giornalista e saggista Dott.ssa Ida Dominijanni, il ricercatore del centro Studi Movimenti Parma Marco Adorni e i curatori del libro: Marco Baldassari e Diego Melegari.
 
Sul libro:
Il collasso del sistema rappresentativo e della democrazia neoliberale ha fatto emergere nuove configurazioni politiche e nuove linee di divisione che ricorrono sempre di più all'opposizione tra tecnocrazia post-politica, da un lato, e fenomeni populistici dall'altro. Quali metamorfosi ha subito il rapporto tra politica e antipolitica? Il populismo è un semplice fenomeno regressivo? La Lega, il berlusconismo, il Movimento 5 Stelle, sono tutti, sebbene in modo diverso, fenomeni riconducibili al populismo? Da questi interrogativi prenderà avvio il dibattito tra Ida Dominijanni, Marco Adorni e i curatori del volume Populismo e democrazia radicale. In dialogo con Ernesto Laclau. Il filosofo argentino va proponendo da anni all'attenzione del dibattito critico una definizione di “populismo” diametralmente opposta a quelle ricorrenti, che lo identificano con fenomeni regressivi e identitari, con la manipolazione leaderistica o mediatica, con un'antipoliticità viscerale. “Populismo”, invece, significherebbe soprattutto costruzione di “popolo” e sarebbe la definizione stessa di qualsiasi politica che miri a ripensare la democrazia non solo come ricerca del consenso e prassi istituzionale, ma come dialettica sempre riaperta tra universalismo e antagonismo, ovvero come “democrazia radicale”. Il volume ripercorre i principali aspetti del lavoro di Laclau mettendo al centro della propria riflessione il problema se la costruzione di “popolo” basti a se stessa o se non richieda un orizzonte che la ecceda e che, perciò, ne definisca il valore politico.
 
Ida Dominijanni: filosofa, giornalista e saggista. E’ stata per diversi anni notista politica ed editorialista del quotidiano Il manifesto con la rubrica settimanale Politica o quasi. La sua ricerca intellettuale si dipana lungo le direttrici del femminismo italiano e il pensiero della differenza. Nella fase più recente della sua attività di editorialista e studiosa di Filosofia Politica, una delle questioni a cui ha dedicato più attenzione è l’analisi delle vicende che hanno caratterizzato l’ultima fase del governo Berlusconi, dandone una lettura originale nei termini della biopoliticae della crisi del patriarcato.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA