Sei in Archivio

Italia-Mondo

Pietro Maso è tornato libero

15 aprile 2013, 12:27

Pietro Maso è tornato libero

MILANO -  Pietro Maso è tornato libero. Dopo aver scontato 22 anni di pena per l’omicidio dei genitori avvenuto il 17 aprile del 1991 in provincia di Verona, pochi minuti fa è uscito dal carcere di Opera a bordo di un suv bianco guidato da un uomo. Sono venutI a prenderlo le due sorelle e un uomo.

Domani esce il suo libro - Pietro Maso, l’ex ragazzo, oggi quarantunenne, che il 17 aprile 1991 massacrò i genitori Rosa e Antonio nella loro villetta di Montecchia di Crosara, in provincia di Verona, con la complicità di due amici, era stato condannato definitivamente a 30 anni di reclusione. Ma per via di tre anni di indulto e 1800 giorni di liberazione anticipata ne ha scontati 22. Nel 2008 ha ottenuto la semilibertà e si è sposato con Stefania. Il 28 ottobre 2006 invece ebbe il primo permesso premio.

Con la sua definitiva scarcerazione e il ritorno alla libertà Pietro Maso non lavorerà più negli uffici del Provveditorato regionale delle Carceri, dove faceva le pulizie, in quanto il contratto è decaduto automaticamente.

Questa mattina il quarantunenne ha lasciato l’istituto di pena alle porte di Milano. Per evitare i flash dei fotografi, le riprese tv e i giornalisti è salito direttamente a bordo del suv con cui lo sono venuti a prendere le due sorella Laura e Nadia, che lo avevano perdonato alcuni anni fa.

Pietro Maso ha raccontato la sua storia, dall’omicidio alla redenzione, in un libro intitolato 'Il male ero io' che uscirà domani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA