Sei in Archivio

Italia-Mondo

Avvocatessa sfigurata con l'acido a Pesaro: è gravissima al Maggiore. Fermato l'ex

17 aprile 2013, 10:48

PESARO – Un'avvocatessa di 35 anni, Lucia Annibali, originaria di Urbino, è stata aggredita ieri sera intorno alle 22,30 nell’androne di casa da un uomo con il volto coperto che le ha gettato sul viso dell’acido. Ora è ricoverata al Maggiore in gravi condizioni.

Quando la donna ha aperto la porta di casa, dentro ha trovato il suo aggressore, che forse conosceva. Sembra infatti che prima di essere trasportata in ospedale a Parma, in gravissime condizioni, abbia fatto in tempo a sussurrare un nome, probabilmente quello di un suo ex. La donna rischia di perdere la vista. Sono in corso indagini da parte dei carabinieri.

I carabinieri di Pesaro stanno lavorando su «un’ipotesi ben precisa» per inchiodare l’uomo che ieri notte ha aggredito, gettandole sul viso un contenitore ricolmo di un prodotto acido, l’avvocatessa Lucia Annibali.
La professionista, tra dolori lancinanti, con l’acido, probabilmente vetriolo, che le corrodeva la pelle, è riuscita a chiedere aiuto e a mettere i carabinieri – da quel che si intuisce – sulla pista giusta. All’origine della vicenda «c'è una storia», si lasciano sfuggire gli investigatori, senza però precisare quale sia il contesto. Sarebbe esclusa la vendetta di un ex non rassegnato alla fine di un rapporto. No comment, da parte di chi indaga, sull'ipotesi che l’aggressore sia un cliente.
Diverse le persone che i militari dell’Arma stanno ascoltando in queste ore. Per ora, non ci sarebbero fermi.

L'aggiornamento: FERMATO L'EX FIDANZATO

Un alibi, se tale è, molto ben congegnato, una partita di calcio amatoriale con una squadra allenata da un maresciallo dei carabinieri in cui gioca anche un sovrintendente di polizia, e un probabile progetto di fuga. L'avv. Luca Varani, l’uomo che avrebbe ingaggiato un 'sicario" per sfigurare con l’acido la sua ex, l’avvocatessa Lucia Annibali, si proclama innocente ma la sua versione dei fatti non ha convinto i carabinieri e il pm Monica Garulli, che lo ha sottoposto a fermo per concorso in lesioni volontarie gravissime.
Ora l’uomo è rinchiuso nel carcere di Villa Fastiggi, in attesa dell’udienza di convalida. Il suo difensore, l’avv. Roberto Brunelli, non l’ha ancora incontrato perchè il magistrato ha imposto il divieto di colloquio. Avvocato specializzato in infortunistica, ramo in cui collabora con il padre, Varani ha una fidanzata che aspetta un figlio da lui. Non risulta che la Annibali l’avesse formalmente denunciato per stalking dopo la fine della loro relazione, anche se la donna aveva sporto denuncia per un tentativo di furto con scasso nella propria abitazione di via Rossi.
 Al momento gli investigatori non escludono che l’avvocato possa aver avuto altri complici oltre all’uomo incappucciato che ha gettato il liquido corrosivo (una sostanza ancora da individuare) addosso alla sua ex. Lucia Annibali è ricoverata in prognosi riservata nel centro grandi ustionati dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma. Rischia di perdere la vista, e ha ustioni su gran parte del corpo.