Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Pagliari e Maestri: "Riconosciuta la devastazione di Parma. Il nostro pressing funziona"

17 aprile 2013, 17:28

Comunicato stampa di Giorgio Pagliari e Patrizia Maestri

Come parlamentari di Parma apprendiamo con grande soddisfazione le dichiarazioni del Ministro Corrado Clini, che annunciano l’ok del Governo ad "un finanziamento straordinario per la Regione Emilia” e a “finanziamenti aggiuntivi per la sicurezza ed il ripristino delle attività economiche in territori cruciali per l'economia regionale, come la "food valley" della provincia di Parma”.

Nelle parole di Clini troviamo la giusta attenzione per il nostro territorio, cui si riconosce l’enorme impatto dei danni subiti, che hanno messo in ginocchio l’Appennino Est e Ovest e con esso settori importanti del “made in Parma”.
Parole che confermano quanto sia fondamentale l’azione parlamentare in raccordo col territorio, i Comuni, la Provincia e la Regione.
Con questi soggetti istituzionali siamo stati promotori di un pressing che, già poche ore dopo la richiesta del presidente della Regione Vasco Errani, domandava con forza che fosse riconosciuto lo stato d’emergenza ed erogato l’aiuto economico richiesto, pari a 63 milioni.
Importo che era e resta determinante. A tal pro, aspettiamo di sapere quale sia l’ammontare del finanziamento annunciato da Clini, ribadendo la necessità di un incontro tra i parlamentari emiliano-romagnoli e il Governo. Istanza lanciata proprio a partire da noi parlamentari di Parma e sulla quale abbiamo riscontrato la generosa collaborazione di tanti colleghi.

Desideriamo sottolineare che il Ministro ha riconosciuto l’elemento chiave alla base del nostro pressing e di tutti i deputati e i senatori che ci hanno accompagnati: dobbiamo uscire dalla logica delle emergenze, cominciando un percorso di prevenzione per il quale gli Enti Locali vanno sostenuti. Per questo ci pare un dato amministrativo e politico di enorme rilevanza il via libera ministeriale allo svincolo dalle regole troppo stringenti del Patto di stabilità per investimenti di prevenzione, ripristino e  messa in sicurezza del territorio.

Infine, va un ringraziamento all’assessore regionale Paola Gazzolo, che è stata elemento prezioso di raccordo e mediazione in sede ministeriale.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA