Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Emergenza frane - Bodria: "Dai politici il silenzio assoluto"

18 aprile 2013, 11:12

Emergenza frane - Bodria:

Beatrice Minozzi

«I tempi della frana non sono i tempi della politica». Non sa più come dirlo il sindaco di Tizzano Amilcare Bodria, che continua a rimanere in attesa della dichiarazione dello stato di emergenza, mentre nella sua voce si distingue chiaramente quella sensazione di amarezza di chi, ormai da giorni, chiede aiuti immediati «di cui ancora non c’è traccia», precisa.

«Non solo non è arrivata nessuna dichiarazione - afferma - ma nessuno dei destinatari del telegramma che ho mandato martedì per chiedere aiuti economici mi ha ancora dato risposta». «A volte si parla di tempi “geologici” per indicare tempistiche infinite - aggiunge, cercando di rendere meglio l’idea -. Oggi, però, l’evoluzione geologica corre, mentre le determinazioni politiche ancora non arrivano».

Non riesce a crederci Bodria, non si capacita di come possa occorrere tanto tempo per decretare uno stato di emergenza dove l’emergenza c’è, ed è sotto gli occhi di tutti. Il sindaco torna a farsi portavoce di una montagna che vuole provare a rialzarsi, che non ne vuole sapere di lasciarsi trascinare in un «buco nero» della disperazione che l’indifferenza rischia di rendere ancora più buio.

(...)   L’Amministrazione comunale invita i cittadini a contattare, in caso di necessità, il Centro operativo comunale al numero 0521868226, attivo 24 ore su 24...............................Articolo completo e altri servizi e foto sulla Gazzetta di Parma in edicola

L'INCORAGGIAMENTO DI UN LETTORE DA BERGAMO - Questo il significativo messaggio arrivato dal lettore Nunzio: "Vedendo le immagini alla TV sono tornate nelle nostre menti le sensazioni che abbiamo vissuto circa 10 anni fa. Camorone di Brembilla (Bergamo) Stessa situazione: case e aziende ingoiate dalla frana. Vi siamo vicini, perchè in prima persona abbiamo vissuto il medesimo dramma. Non ci sono state VITTIME, come da noi! Non è una consolazione, ma almeno, adesso tate piangendo tutti insieme. E presto vi incoraggerete TUTTI insieme e riprenderete la vita. Scottati da questa esperienza, che, vi garantisco, la nasconderete nel profondo della vostra anima, ma ogni tanto ritornerà a farvi compagnia. CORAGGIO! vi siamo vicini! E se serve, pronti ad aiutarvi!"