Sei in Archivio

Economia

Assaggi, nel 2013 debutta il forum

19 aprile 2013, 17:35

Assaggi, nel 2013 debutta il forum

Antonella Del Gesso
La comunicazione, nel rapporto con le banche, è fondamentale. Il motivo? E' un tramite importante per far apprezzare al meglio il plusvalore che può avere un'azienda aldilà del mero dato numerico.
In un periodo in cui il credito non viene erogato con tanta facilità è infatti importante trasmettere alcuni indicatori chiave che evidenzino l’andamento e l’equilibrio economico-finanziario della società, per questo il Gruppo giovani dell’industria di Parma, in collaborazione con Deloitte e con Cisita, hanno deciso di dedicare la nona edizione del ciclo di alta formazione «Assaggi» al tema «Imprese e banche: ricominciare a collaborare per superare la crisi».
Nel corso del primo appuntamento, che si è svolto a Palazzo Soragna e cui seguiranno altri due incontri il 14 maggio e il 12 giugno, sono stati approfonditi i risultati di bilancio e i principali indicatori della rendicontazione.
«L’intento è stato quello di fornire strumenti che consentano innanzitutto una lettura interna della situazione e una valutazione dei dati. Inquadrato il cosa, si procederà al come comunicarlo agli istituti finanziari affinché diventino partner di sviluppo del nostro business aziendale», spiega Gian Paolo Ghiretti, presidente del Gruppo Giovani Industriali. Una novità di «Assaggi 2013» è la creazione all’interno di CisitaLab di un forum, riservato ai giovani dell’Unione Parmense Industriali in cui poter riprendere la discussione sugli argomenti trattati in aula e chiedere ulteriori delucidazioni agli esperti. «Ci sembra un’iniziativa rilevante in quanto mantiene viva l’attenzione sul tema anche nel periodo che intercorre tra un incontro e l’altro - sottolinea ancora Ghiretti -. Assimilare i fondamenti di una giusta strategia di dialogo è infatti importante soprattutto in un momento di ristrettezza creditizia come l’attuale. Al fine di concedere o mantenere finanziamenti, infatti gli istituti necessitano di maggiori e sempre più dettagliate informazioni relative all’impresa, bilanci, preventivazioni dei risultati, con budget e piani pluriennali».
Sicuramente occorre chiarezza e trasparenza, ma anche capacità di presentare al meglio l’azienda affinché risulti affidabile e credibile nelle sue potenzialità. «Bisogna quindi imparate a valorizzare i propri punti di forza», sottolinea il commercialista Domenico Farioli, partner Deloitte & Touche spa. E’ fondamentale far apprezzare il plusvalore della nostra azienda, oltre il solo dato numerico, ribadisce la collega e revisore contabile Valeria Brambilla, «a questo fine contribuisce anche l’appropriatezza del linguaggio che si utilizza: deve essere omologo a quello adottato dal mondo finanziario e omogeneo nel significato che si attribuisce ai valori e alle variabili comunicate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA