Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Campora: smottamento minaccia un'azienda agricola

20 aprile 2013, 19:43

Campora: smottamento minaccia un'azienda agricola

Elio Grossi

Un nuovo smottamento si è staccato nei giorni scorsi  a Campora, frazione del comune di Neviano, dal cortile dell’azienda agricola con stalla  dei fratelli Notari. Circa 400 metri cubi di terra stanno scivolando a precipizio verso il rio Varvara sradicando e trascinando anche alcune piante. «Una prima frana - ha spiegato  Ugo Notari - si era già staccata l’anno scorso, a pochi metri di distanza da questa nuova. Per il momento questo secondo smottamento ha messo in grosso pericolo un palo della luce, ma va sempre più minacciando l’area cortilizia, costituendo un pericolo nei nostri movimenti con le macchine agricole e soprattutto quelli del casaro che  viene regolarmente a fare la raccolta del latte». Ieri  - per mettere in sicurezza la zona ed evitare che la zona franata possa creare pericolo - è stata installata   una robusta transenna e  una segnalazione specifica di avvertimento per chi vuol entrare nel cortile dell'azienda. Sono diverse, nel Nevianese, le case rimaste isolate a causa delle frane, con un totale di 24 persone coinvolte: 4 persone in località La Ripa, periferia sud del capoluogo; 2 persone in località Casa Malora di Campora; 8 persone in località via Monticello a Bazzano; 7 persone in località Ripa Pavone di Ceretolo; una persona a Castelmozzano; 2 persone in località Carzeto di Antreola di Sotto. Gli abitanti, per raggiungere le loro abitazioni, devono lasciare le auto a casa dei vicini. E inoltre, in alcuni casi, c'è la difficoltà anche per gli studenti che devono andare a scuola, sia alle elementari, nel capoluogo, che alle superiori in città o a Traversetolo o  Castelnovo Monti.