Sei in Archivio

Sport

Inter-Parma, duello all'ora di pranzo

21 aprile 2013, 12:57

Inter-Parma, duello all'ora di pranzo

 Paolo Grossi

Il teoria il Parma non dovrebbe chiedere molto a questa trasferta in casa dell'Inter. La salvezza è ormai cosa fatta, ulteriori traguardi, per i quali sarebbe stato bello provare a lottare, sono invece svaniti da tempo. E invece diventa una gara importante anche questa, per una serie di motivi. Intanto perché c'è da cancellare l'ultima pesante macchia: quello 0-3 rimediato domenica a Tardini contro l'Udinese tra i fischi del pubblico amico. Lodevolmente capitan Lucarelli e l'ad Leonardi già a caldo si sono scusati per la prestazione davvero pessima ma adesso bisogna far seguire i fatti. Che non devono per forza diventare una vittoria a Milano, ma certamente una prova gagliarda, tenace, in cui si dà il tutto per tutto per vincere. C'è poi il fatto che dall'altra parte c'è una squadra a pezzi, fisicamente e moralmente. Una squadra che fino a poche settimane fa sperava di poter arrivare terza, per entrare in Champions e dare così uno sbocco felice a una stagione contraddittoria e che invece adesso, come faceva la volpe con l'uva, sta a fare i calcoli per valutare se valga la pena o no di puntare all'Europa League. Da cui, in questo momento, tra l'altro, sarebbe fuori. In questa sede non perdiamo occasione per ricordare come il Parma, storicamente, in queste circostanze si trasformi in un buon samaritano, e spesso dia una mano a chi si trova in difficoltà. Ecco, oggi sarebbe opportuno che la squadra si mostrasse concreta e cinica....L'articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola