Sei in Archivio

Parma

25 aprile: il primo assaggio di celebrazioni

22 aprile 2013, 16:57

COMUNICATO

Quattro significativi appuntamenti sono previsti per la giornata di mercoledì 24, all’interno del programma delle celebrazioni per la Festa della Liberazione, organizzato da Comune e Provincia insieme al Comitato per le celebrazioni del 25 aprile.
 
Alle 8.30, al Cimitero della Villetta si terrà la cerimonia commemorativa per il 70° anniversario dell’Eccidio della Divisione Acqui a Cefalonia e Corfù, cui seguirà, al Cinema Astra, un incontro dibattito con la partecipazione di reduci e storici.
 
Alle 10, a Palazzo del Governatore ci sarà la deposizione corone che poi proseguirà in borgo San Vitale, Università degli Studi, Tribunale, via Padre Onorio, Sezione di Tiro a Segno Nazionale di Parma e Villetta.
 
Alle 15, a Palazzo Municipale, è prevista la deposizione corone che poi proseguirà presso ex Carceri, ex Scuola di Applicazione, Monumento alle Barricate, piazzale Marsala e Villa Braga.
 
Alle 17, in piazza Garibaldi, si terrà l’inaugurazione di “10 volti per la Liberazione. La Resistenza nelle strade della città” con visita guidata della mostra diffusa in alcuni luoghi della Resistenza a Parma, in collaborazione con Centro Studi Movimenti, Fondazione Matteo Bagnaresi e ANPI.
Un percorso diffuso nelle strade e piazze di Parma, costruito con le immagini, dislocate all’aperto su sagome a grandezza naturale e in luoghi significativi per la storia personale di alcuni protagonisti della lotta di Liberazione in città, la cui esperienza biografica è stata scelta come punto prospettico per ripensare quell’esperienza collettiva.
 
Alle 21, nella Sala Conferenze “XXV Aprile” dell’ISREC – Istituto Storico della Resistenza - (vicolo delle Asse 5), la presentazione di “Dalle catene alla libertà” di Anton Vratuša, partigiano di Lubiana in Italia. Se ne parlerà con l’autore Gabriella Manelli, Presidente Provinciale ANPI Parma, Andrea Martocchia, studioso di storia dei paesi slavi e autore de “I partigiani jugoslavi nella Resistenza italiana” e Marco Minardi, direttore ISREC Parma. Un appuntamento in collaborazione con ALPI, ANPI, ANPC, ANED, ANPPIA, CNJ

© RIPRODUZIONE RISERVATA