Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Langhirano, amministrative del 2014. Spuntano già i primi nomi

22 aprile 2013, 13:17

Chiara Cacciani
Così lontane così vicine, a Langhirano tornano di moda le elezioni comunali. E per l'appuntamento al voto del 2014 già ci sono i primi balletti di nomi.  Difficile dire se resisteranno fino alla presentazione delle liste o se si bruceranno tra alleanze, rinunce e strategie. Ma intanto fanno  parlare (e discutere) i cittadini.
 Come tradizione langhiranese vuole, i primi a mettersi in movimento sono stati i partiti e i gruppi che fanno riferimento  al centrosinistra.
 La nuova sfida di Vicini
In azione da parecchio tempo c'è già una vecchia conoscenza di piazza Ferrari: l'ex sindaco (per vent'anni) ed ex parlamentare  Antonio Vicini.
Tra gli sconfitti eccellenti dell'ultima tornata elettorale, questa volta avrebbe scelto un profilo più basso, rinunciando a correre per la fascia tricolore  ma aspirando piuttosto ad un ruolo in giunta.
Tra i papabili a capitanare la sua squadra ricorrono due nomi: il primo è quello di Mauro Lamoretti, della nota famiglia di vitivinicoltori di Casatico e già in lista con Vicini nel 2009.
Il secondo quello del quasi vicino di casa (abita a Torrechiara) professor Roberto Pavesi, già vicepreside dell'istituto per geometri Rondani. Ma in quota centrosinistra spunta anche il nome dell'ex sindaco di Tizzano Gualtiero Ghirardi.
    Bovis  pronto all'investitura?
Il primo da cui si attendeva un'indicazione concreta era in realtà l'attuale sindaco del Pd Stefano Bovis. Sin dall'avvio del suo secondo mandato Bovis    aveva  investito nel  giovane vicesindaco Cristiano Casalini. Ma nell'ottobre scorso Casalini si è sfilato per motivi professionali e da allora la partita  per la successione si è improvvisamente  riaperta.
I tempi dovevano essere rapidi: l'idea era quella di un rimpasto in giunta per dare visibilità al nuovo, possibile candidato sindaco.
 Ma nel frattempo sono passati diversi mesi e la rosa dei nomi più che assottigliarsi sembra aumentare.
Un nuovo ingresso in giunta dovrebbe però essere questione di giorni, e il nome potrebbe essere quello di un altro «prof», lo storico Gianluca Bottazzi, docente universitario di Archeologia per la facoltà di Beni Culturali dell’Università di Parma.
Tra  le disponibilità  sondate dal Pd ci sarebbe poi quella di Giampaolo Vecchi, ingegnere e nome di spicco nell'ambito del volontariato:  per lungo tempo e fino a poche settimane fa è stato presidente dell'Avis comunale.
          Il debutto dei 5 Stelle
Langhirano potrebbe essere uno dei comuni in cui si gioca  poi la carta 5 Stelle. Uno dei primi consiglieri comunali grillini del Parmense è infatti Giuseppe Distante, eletto a Sala Baganza ma residente  prima a Langhirano ed oggi a Pilastro.
Distante è coordinatore del movimento per la Pedemontana, è molto attivo e ha appena contribuito alla nascita ufficiale del gruppo in paese. Un segnale di impegno sul campo che non può non tener conto della scadenza del 2014 e di una partita  - a nche qui - tutta da giocare.