Sei in Archivio

Spettacoli

“Il Suono Occulto” alla Casa della Musica

23 aprile 2013, 19:47

“Il Suono Occulto” alla Casa della Musica

COMUNICATO

“Il suono occulto. Relazioni pluridimensionali fra suono, creatività musicale contemporanea e nuove tecnologie” è il titolo di un progetto nato dalla collaborazione tra la Casa della Musica e il Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma, destinato a indagare e mettere in discussione con esecuzioni e ascolti dal vivo tutte le più recenti acquisizioni nel campo dello studio del e sul suono nell’àmbito della ricerca musicale contemporanea.

Il calendario della rassegna, che prenderà il via presso la Casa del Suono di Parma il prossimo 4 maggio (e poi il 18, 25 e 27 dello stesso mese) prevede quattro giornate a carattere seminariale, una delle quali (quella del 18) presenta un’importante appendice di esecuzione di opere dal vivo in cui le nuove tecnologie – fiore all’occhiello della Casa della Musica e della Casa del Suono – assecondano le diverse esigenze della creatività contemporanea e la necessità d’interazione di esecutori dal vivo con sistemi elettroacustici all’avanguardia.
Nato da una proposta di Javier Torres Maldonado e Fabrizio Fanticini (rispettivamente professori di composizione musicale elettroacustica e di composizione del Conservatorio di Parma), il cuore del progetto è uno dei temi sicuramente più attuali del dibattito e della ricerca musicale di oggi: il suono nelle sue componenti più nascoste, fatte emergere grazie alla ricerca nel campo delle nuove tecnologie e l’uso di queste ultime a livello creativo. Di queste componenti “occulte” del suono – ed ecco com’è nato il titolo di questo progetto – si occuperanno compositori italiani e stranieri, musicisti e studenti che popoleranno le quattro giornate di un programma ricco di relazioni, analisi e tavole rotonde, oltre che di esecuzioni e ascolti. Giornate però che non saranno destinate in esclusiva agli specialisti, ma anzi vogliono coinvolgere tutti quegli appassionati curiosi di conoscere anche questi nuovi aspetti dell’espressione musicale di oggi.
Nella realizzazione di “Il Suono occulto” confluiscono fattivamente da una parte docenti e studenti di musica elettronica e composizione del nostro Conservatorio (e non solo), dall’altra le competenze e le moderne infrastrutture tecnologiche presenti alla Casa della Musica e alla Casa del Suono, che includono diversi sistemi di diffusione fra i più avanzati esistenti, adatti alla simulazione del movimento del suono in 3D (come la Sala Bianca della Casa del Suono). A queste possibilità si è così affiancata la più attuale ricerca compositiva ed esecutiva: il risultato è un progetto multidisciplinare con aspetti didattici e divulgativi che è sicuramente un modello con pochi confronti in campo italiano. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA