Sei in Archivio

Sport

Bertolini fa sperare il Salsomaggiore

24 aprile 2013, 01:45

 Marco Bernardini

La pietra miliare sulla salvezza del Salso, tutt’altro che acquisita, potrebbe averla apposta proprio l’elemento più rappresentativo, quel Massimo Bertolini, classe ’79, esperienza e classe da vendere, che con una doppietta su calcio da fermo, rigore più punizione, da sempre specialità della casa, allo scoccare del novantesimo, ha spento forse definitivamente le speranze del Castellarano e riacceso quelle dei termali, ora a più otto sul Bibbiano: le undici reti siglate sinora, quasi un terzo del totale, lo consacrano, di gran lunga, il centrocampista più prolifico del girone e rappresentano una certezza assoluta su cui contare in un convulso finale di stagione. Vissuto senza troppi affanni dai Crociati che, grazie ai due centri dell’intramontabile Pietranera, espugnano, in maniera inequivocabile, il campo della Fidentina (dopo l’espulsione di Fornari  tra i pali finisce Palmucci, difensore di ruolo) e conquista anche la permanenza virtuale in categoria. Che si allontana ancor di più per il Monticelli, rimontato e travolto dalla Correggese dello scatenato Napoli, tripletta per lui, capace di tenere aperto, almeno dal punto di vista dell’aritmetica, un campionato dominato dalla Lupa Piacenza, incappata, a sorpresa, nel secondo ko ad opera dell’indomabile Rolo di Battilani. Dietro alle tre regine, prende il largo il Fiorenzuola che si affida allo straordinario momento di forma della coppia Franchi-Lucci per firmare il colpaccio a Busseto.