Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Da Fidenza all'isola d'Elba in sella a due "vecchiette"

23 aprile 2013, 23:36

Da Fidenza all'isola d'Elba in sella a due

Storica impresa in «Vespa» per due giovani fidentini, che hanno raggiunto da Fidenza l’isola d’Elba (andata e ritorno) per partecipare a un raduno internazionale. I vespisti borghigiani Alessandro Gandolfo, laureato in Ingegneria informatica e Marco Vignola laureato in Ingegneria meccanica, che fanno parte del Vespa Club Borgo San Donnino, in sella alle loro datate Vespe, una 150 «Struzzo» del 1955 e l’altra una 50 Special del 1978, sono riusciti ad arrivare all’Elba.
«Siamo partiti da Fidenza in sella nostre Vespe giovedì 11 aprile - hanno raccontato i due fidentini - per portare a termine la prima parte del viaggio ossia arrivare a Marina di Carrara attraverso il Passo della Cisa, percorrendo i primi 150 chilometri. Il tempo non era dei migliori visto che abbiamo trovato di tutto, neve, pioggia e freddo quasi invernale. Nella mattinata di venerdì siamo ripartiti sotto l'acqua arrivando sino a Pisa. Fortunatamente il tempo si era rimesso al meglio e abbiamo raggiunto Piombino per la traversata. E sabato e domenica abbiamo partecipato al raduno internazionale». Ancora entusiasti Alessandro e Marco raccontano che all'Elba c'era uno sciame di 500 Vespe, di tutti i modelli, dalle più vecchie, come una Vespa 98 del '46 alle più recenti. «Le nostre Vespe, seppur datate e non adatte a viaggi così lunghi - hanno concluso ancora entusiasti i due giovani - non ci hanno dato noie meccaniche. Desideriamo ringraziare per il supporto e la disponibilità, Danilo, il presidente del nostro Vespa Club».