Sei in Archivio

Italia-Mondo

Nuovo governo: incarico a Enrico Letta. "E ora faccio appello alla responsabilità dei partiti"

24 aprile 2013, 13:57

Nuovo governo: incarico a Enrico Letta.

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha convocato per le 12,30 al Quirinale il vicesegretario del Pd Enrico Letta. Al termine dell'incontro, il segretario generale del Quirinale Donato Marra ha detto che Enrico Letta ha accettato l'incarico con riserva.
"La mia sorpresa è pari al senso di responsabilità", ha dichiarato Letta.

«Ho accettato sentendo sulle spalle una grande responsabilità perchè questa situazione inedita e fragile non può continuare. Il Paese sta aspettando un governo. Mi metto in questo impegno perchè penso che il paese ha bisogno di risposte: specie quella parte del paese che soffre che ha bisogno di lavoro che non c'è, le imprese che chiudono, i giovani che vanno via dal paese. Il secondo tema è come dare risposte attraverso una politica credibile». Queste le prime frasi del neoincaricato da Napolitano.
«Il mio grande impegno sarà a far sì che da questa vicenda possa uscire una politica italiana diversa con riforme istituzionali per ridurre il numero dei parlamentari, cambiare il bicameralismo e una nuova legge elettorale. Cercherò di utilizzare il più breve tempo possibile: comincerò domani le consultazioni e spero nel più breve tempo possibile di tornare a sciogliere la riserva. Se si rivotasse ora, l’effetto blocco sarebbe uguale a quello attuale e non ce lo possiamo permettere. Ecco perchè faccio un appello alla responsabilità di tutte le forze politiche in Parlamento perchè facciano tutte insieme quelle riforme necessarie come la riduzione dei parlamentari e la legge elettorale». <Sarà un governo di servizio al paese - ha ripetuto Letta -, l’obiettivo è anche quello di moralizzare la vita pubblica del paese che ha bisogno di nuova linfa. Domani nelle consultazioni parleremo con tutti, con il pdl in primis. Questo governo non nascerà a tutti i costi, nascerà se ci saranno le condizioni».