Sei in Archivio

Parma

Gcr sull'inceneritore: "Accensione temporanea, non c'è riscontro nelle autorizzazioni"

25 aprile 2013, 22:52

Comunicato stampa dell'associazione Gestione Corretta Rifiuti

Quanto richiesto da Iren in merito all'“accensione temporanea di 50 ore” non trova riscontro nell'AIA autorizzativa
In relazione alle dichiarazioni del consigliere Dall’Olio circa la mancata presenza del Comune a due incontri sul Paip tenutisi in queste ultime settimane, l’assessore Folli fa presente quanto segue: "Il Comune ha partecipato nelle ultime settimane a diversi incontri in sede di Conferenza dei Servizi e Commissione Tecnico Amministrativa in cui ha rilasciato pareri negativi su diversi aspetti inerenti a prescrizioni che dovevano essere assolte prima dell’inizio delle attività. Non ritenendo di avere fatti nuovi da comunicare nell’incontro di martedì 23 aprile, peraltro preceduto dalla seduta della CTA di lunedì 22, in cui il Comune era presente ed in cui si sono ribadite le stesse posizioni, ci si è limitati ad inviare lettera protocollata in cui si sono richiamati i pareri espressi in precedenza.

In merito all’ennesima futile polemica del consigliere sul consulente Marco Caldiroli, facciamo presente che lo stesso ha partecipato attivamente in tutte le fasi da quando è stato coinvolto, contribuendo fattivamente all’elaborazione della posizione del Comune sull’iter autorizzativo e che lo stesso è compensato con un gettone di presenza di 280 Euro lordi per ciascuna seduta della CTA. Sulla notizia, peraltro appresa dai media, e ad oggi non comunicata ufficialmente, della presunta apertura temporanea di 50 ore a partire da lunedì 29 aprile, riteniamo che la Provincia in quanto responsabile del procedimento abbia la piena responsabilità di dimostrare che tutte le osservazioni ricevute dagli enti ed in particolare da ARPA, ASL e Comuni, siano state ottemperate.

Da parte nostra abbiamo opportunamente segnalato che quanto richiesto da Iren in merito “accensione temporanea di 50 ore” non trovava riscontro nell'AIA; lo si è scritto nel parere trasmesso dal Comune e lo si è verbalizzato come CTA. Noi agiremo per far rispettare accordi, leggi e regolamenti e ci aspettiamo che tutti gli enti coinvolti facciano altrettanto a garanzia della tutela dei cittadini e del territorio" .