Sei in Archivio

Arte-Cultura

A tu per tu col papà di Don Camillo

27 aprile 2013, 16:16

A tu per tu col papà di Don Camillo

Remo Cutri
In occasione del centocinquesimo anniversario della nascita di Giovannino Guareschi, che ricorrerà mercoledì primo maggio, Mup Editore rende omaggio al grande scrittore della Bassa parmense con lo straordinario film documentario di Francesco Barilli, realizzato ad hoc per Gazzetta di Parma e finalmente disponibile in dvd. «La vita di Giovannino Guareschi», questo il titolo del film, sarà in vendita dal martedì in esclusiva con la Gazzetta di Parma a 11,80 euro  più il prezzo del quotidiano. ( Guarda il trailer)

Un pezzo immancabile per tutti gli appassionati di Don Camillo e Peppone e per gli amanti di Guareschi, il grande umorista divenuto famoso in tutto il mondo per la saga di Don Camillo, ma figura fondamentale per la storia politico-culturale d’Italia grazie alla sua carriera articolata e multiforme. Giovannino Guareschi fu autore poliedrico e multimediale: nel corso della sua carriera è stato vignettista, giornalista, scrittore, grafico e sceneggiatore. Un narratore in grado di analizzare lucidamente il suo tempo e di rendere i suoi personaggi immortali. Un personaggio amato dalla gente e osteggiato dal potere.  Nel 2008 cadeva il centenario guareschiano, in occasione del quale tutta Italia si muoveva per omaggiare il grande scrittore, con convegni, mostre ed eventi, che hanno portato ad un definitivo riconoscimento della figura di Guareschi nel panorama letterario italiano. A cinque anni dal centenario, l’omaggio a Giovannino è finalmente completato dall'uscita del film, prodotto da Mup Editore e realizzato grazie al contributo di Banca Monte Parma, Fondazione Monte di Parma e con la collaborazione di Provincia di Parma e Comune di Parma. Il documentario, diretto da Francesco Barilli, con testi di Giorgio Casamatti e Guido Conti e con musiche originali di Massimo Moretti, è un omaggio appassionato alla vita avventurosa di uno scrittore geniale, la cui arte è ora definitivamente riconosciuta come fondamentale nella storia politico-culturale del nostro paese. «Chi odia Guareschi odia la libertà»  dice Francesco Barilli, un monito che ha guidato la costruzione del documentario. Il suggestivo ritratto di un uomo che, per restare fedele alle sue idee e a una rigorosa moralità, ha affrontato persino il lager e il carcere. Il documentario racconta compiutamente la vita e l’opera di Giovannino, dal debutto parmigiano con Bazar, primo giornale umoristico da lui scritto e disegnato, al successo milanese degli anni '30 con l’esilarante Bertoldo, giornale satirico voluto da Rizzoli, al quale Giovannino lavorò con autori del calibro di Steinberg e Zavattini. Dall’internamento nei lager alle battaglie del dopoguerra, dalla condanna al carcere al successo planetario, passando attraverso la pubblicazione delle raccolte di Don Camillo e la realizzazione della versione cinematografica campione d’incassi. «Giovannino Guareschi ha venduto oltre venti milioni di copie nel mondo – dice Guido Conti, esperto conoscitore di Giovannino e autore del libro «Giovannino Guareschi. Biografia di uno scrittore» – e a Roncole Verdi presso l'Archivio del Club dei Ventitré ci sono oltre 340 traduzioni. Le ultime uscite sono quelle in Corea del Sud e in Romania e si aspetta la traduzione in russo, a dimostrazione che questo scrittore, come Collodi, ma come pochi altri scrittori in Italia, è stato uno dei grandi autori tradotti in tutto il mondo». Il documentario è arricchito da una serie di interviste inedite ad amici, familiari ed esperti conoscitori quali Giorgio Torelli, Guido Conti, Giorgio Forattini, Alberto e Carlotta Guareschi. Un’imperdibile rassegna di disegni realizzati da Guareschi, fotografie, filmati d’epoca e riprese effettuate nei luoghi in cui Giovannino ha vissuto e lavorato (Fontanelle, Roncole Verdi, Brescello, Cervia) racconta la vita privata, le vittoriose battaglie e la fama internazionale del grande umorista parmigiano.