Sei in Archivio

Italia-Mondo

Ecco il nuovo governo

27 aprile 2013, 19:16

Ecco il nuovo governo

Il presidente Letta ha sciolto la riserva. Ecco l'elenco dei ministri:

Presidente del Consiglio - Enrico Letta

Senza portafoglio

 Enzo Moavero Milanesi - Affari europei

Graziano Del Rio - Affari regionali (una sorta di regalo di compleanno per il sindaco di Reggio, oggi 53enne)

Carlo Triglia - Coesione territoriale

Dario Franceschini - Rapporti con il parlamento

Gaetano Quagliarello - Riforme costituzionali

Cecile Kienge - Integrazione

Josefa Idem - Pari opportunità, sport

Publica amministrazione - Giampiero D'Alia

Con portafoglio:

Angelo Alfano - Vice presidente e Interni

Maurizio Lupi - Infrastrutture e Trasporti

Annamaria Cancellieri - Giustizia

Emma Bonino - Esteri

Fabrizio Saccomanni - Economia

Beatrice Lorenzin -Salute

Maria Chiara Carrozza - Istruzione

Mario Mauro - Difesa

Flavio Zanonato - Sviluppo

Nunzia Di Girolamo - Politiche agricole

Andrea Orlando - Ambiente

Enrico Giovannini - Lavoro

Massimo Bray - Beni culturali

Il giuramento avrà luogo domani.

 

Pizzarotti - «Il governo? Oggi non ho avuto tempo per seguire esattamente le scelte di Letta ma sapere che c'è Alfano mi basta». Così il sindaco a 5 Stelle di Parma Federico Pizzarotti ha commentato il varo del nuovo governo. Il primo cittadino oggi è stato impegnato per tutta la giornata nel meeting con i candidati sindaco del Movimento 5 Stelle arrivati a Parma da tutta Italia.

Una oculista modenese/congolese è il primo ministro di colore - Il neo ministro dell’Integrazione, Cecile Kyenge, è nata a Kambove in Congo 49 anni fa ed è un medico oculista. Modenese, vive a Castelfranco dell’Emilia, ed è da tempo impegnata in politica, prima nei Ds, poi nel Pd. Già responsabile regionale per l’immigrazione nel Pd, è consigliere provinciale a Modena, è stata eletta deputata lo scorso febbraio, sola parlamentare di colore della diciassettesima Legislatura alla Camera.

Prima donna di origine africana a sedere in Parlamento Kyenge è sposata e madre di due figlie, è laureata in medicina e chirurgia, specializzata in oculistica. Nel 2004 è stata eletta in una circoscrizione del comune di Modena per i Democratici di Sinistra, prima di divenire responsabile provinciale del Forum della Cooperazione Internazionale ed immigrazione.

Dal settembre 2010 è portavoce nazionale della rete Primo Marzo per cui si occupa di promuovere i diritti dei migranti e i diritti umani. Tra i suoi diversi impegni, la promozione e il coordinamento del progetto 'Afià per la formazione di medici specialisti in Congo in collaborazione con l’Università di Lubumbashi.

Lo scorso 8 marzo, proprio nel giorno della Festa della Donna, la deputata del Pd e neo ministro era stata raggiunta da
insulti razzisti rivolti su Facebook da un esponente della Lega Nord anche a Khalid Chaouki, responsabile Nuovi Italiani del Pd.

Sempre a marzo Kyenge è stata una dei quattro firmatari - oltre a Pierluigi Bersani, Khalid Chaouki e Roberto Speranza - della proposta di legge depositata alla Camera sul riconoscimento della cittadinanza agli immigrati, uno degli otto punti che lo stesso Bersani aveva proposto per il governo. 
 La proposta di legge contempla il riconoscimento della
cittadinanza per chi nasce in Italia da stranieri residenti da almeno 5 anni e della possibilità di richiederla anche per chi non è nato in Italia ma vi è cresciuto.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA