Sei in Archivio

Spettacoli

Film recensioni - Le streghe di Salem

27 aprile 2013, 22:46

Film recensioni - Le streghe di Salem

Gianluigi Negri

Chiuse le porte del cinema anni ‘70 di Hooper, Craven e Carpenter - che aveva ripetutamente aperto con il dittico «La casa dei 1000 corpi»/«La casa del diavolo» e con i due più recenti «Halloween» - ora Rob Zombie ne apre una nuova. E fa i conti con se stesso, più che con il passato, ne «Le streghe di Salem». Porta lo spettatore per le strade della cittadina del Massachusetts con la stessa inquietudine che si provava a seguire i passi, nella notte di Georgetown, di padre Merrin ne «L’esorcista». Ma, più che tentare di allontanare l’anticristo, qui Zombie evoca il maligno: invoca Satana attraverso la reincarnazione contemporanea di tre streghe bruciate vive alla fine del 1600, che oggi mettono in atto la più crudele delle vendette ai danni di una giovane donna, diretta discendente del reverendo inquisitore ossessionato dal demonio trecento anni prima. Sette giorni di incubi e deliri, ossessioni che si fanno carne, musica satanica che fa sprofondare la mente (prima del corpo) della protagonista (Sheri Moon Zombie, moglie del regista) agli inferi. Orgiastico, ributtante, malsano, visionario, delirante, per stomaci di ferro: con almeno una scena che sembra studiata apposta per far star male qualcuno in sala. E magari approfittare, come usava un tempo, del passaparola.

LE STREGHE DI SALEM (The lords of Salem)
REGIA: ROB ZOMBIE
SCENEGGIATURA:
ROB ZOMBIE
INTERPRETI: SHERI MOON ZOMBIE, BRUCE DAVISON, JEFF DANIEL PHILLIPS, DEE WALLACE, KEN FOREE, MEG FOSTER
GENERE:
HORROR
Usa 2012, colore, 1 h e 41’
DOVE:
THE SPACE BARILLA CENTER, THE SPACE  CAMPUS
GIUDIZIO: ?????