Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Frane - Niente stato di emergenza? L'Emilia Romagna insorge

27 aprile 2013, 17:34

Frane - Niente stato di emergenza? L'Emilia Romagna insorge

BOLOGNA– «Continueremo a fare pressing sul Governo perchè venga concessa alla nostra regione lo stato di calamità per gli ingentissimi danni causati dall’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta sull'Emilia-Romagna negli ultimi mesi». Così la presidente dell’Assemblea legislativa, Palma Costi, commentando le indiscrezioni sulla decisione del Governo di non accordare lo stato di emergenza.
«Aspetteremo le dichiarazioni ufficiali, in ogni caso percorreremo tutti i canali necessari», aggiunge ricordando l'appello del 6 aprile per un Piano nazionale di messa sicurezza del territorio, lanciato con il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Alberto Monaci, e il coordinatore dei presidenti delle Assemblee legislative, Eros Brega.
Anche i nove parlamentari modenesi del Pd «stigmatizzano con forza la decisione del Governo di non concedere lo stato di calamità naturale».
Come del resto fa da Piacenza anche Massimo Polledri, già deputato e senatore della Lega nord, ora consigliere comunale: «Penso che un posticino per noi nel decreto legge recentemente approvato si doveva trovare».

Nel Parmense la protesta corre anche sui social network: è nato il nuovo hashtag #tatodiemergenzaperAppennino, e l'assessore cornigliese Matteo Cattani ha twittato in queste ore: "Se non ci sarà lo Stato di emergenza per Appennino il fango arriverà a Roma!". Con al proposta ai partiti: "le risorse per Emergenza Appennino tiratele fuori dalla rinuncia del rimborso elettorale ".