Sei in Archivio

Parma

Manifestazione anti-inceneritore senza GCR e 5 Stelle

27 aprile 2013, 20:55

Manifestazione anti-inceneritore senza GCR e 5 Stelle

 Si spacca il fronte contro l'inceneritore di Parma. Al presidio di oggi, organizzato dall’Assemblea Permanente No Inceneritori contro l’accensione di prova dell’impianto in programma lunedì, non hanno partecipato esponenti di spicco del comitato Gestione Corretta Rifiuti (Gcr) e nemmeno esponenti della Giunta a 5 Stelle del sindaco Federico Pizzarotti.

Si sono trovati in cinquanta per protestare contro l’ accensione e per lanciare una grande manifestazione nazionale, che il 15 giugno punta a riunire a Parma tutti i 'no termo' d’Italia. Ma questa volta i manifestanti si sono scagliati anche contro il primo cittadino di Parma, non più solo contro la multiutility Iren e la Provincia che vuole l’impianto.

L'avvocato Arrigo Allegri, autore di numerosi esposti contro l'impianto, l’ultimo proprio ieri, ha sostenuto che «il sindaco può fermare l’impianto ma non vuole effettivamente bloccarlo. Perchè è lui che deve rilasciare il certificato di agibilità e di conformità edilizia e urbanistica. Il suo documento – ha insistito – bloccherebbe anche la volontà della Provincia di far partire l’impianto».

La replica del sindaco - «Stiamo facendo il possibile», ora «attendiamo lunedì». Così il sindaco a 5 Stelle di Parma, Federico Pizzarotti, da sempre contrario all’inceneritore, ha replicato all’accusa dell’avvocato Arrigo Allegri di avere i poteri, se volesse, di bloccare l’impianto al via lunedì.

«Stiamo portando avanti tutta la documentazione necessaria per proseguire la nostra battaglia contro l’impianto – ha detto - stiamo facendo il possibile e non voglio dire di più su un’accusa che puntualmente si ripropone ogni volta».

«Attendiamo cosa succederà lunedì – ha concluso -. Per ora non serve dire di più».