Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Elezioni Salso- Esclusa la lista di Spezia. Lui: "Subito ricorso"

28 aprile 2013, 18:01

Elezioni Salso- Esclusa la lista di Spezia. Lui:

Erano in otto, rimangono in sette a correre per la fascia tricolore di Salsomaggiore. Almeno per ora.

Questa mattina è infatti arrivato il colpo di scena: la lista guidata da Mario Spezia, ex vicepresidente della Provincia di Piacenza, è stata esclusa dalla competizione elettorale. A stabilirlo è stata la Sottocommissione elettorale circondariale di Fidenza, che in queste ore dovevea valutare l'ammissibilità delle candidature e delle procedure di presentazione delle liste.

A quanto si è appreso, a differenza di tutti gli avversari, che per l'autentificazione delle firme avrebbero fatto riferimento agli uffici comunali, Spezia e il suo gruppo si sarebbero affidati a un assessore provinciale che però - secondo la sottocommissione elettorale, non avrebbe il potere di farlo.

La materia è controversa e oggetto di alcuni pronunciamenti del Consiglio di Stato. La lista "Mario Spezia sindaco - Progetto per Salso - ha quindi annunciato il ricorso con un duro comunicato. Ecco il versione integrale:

"Alle ore 9.30 del 28/4/2013 abbiamo ricevuto comunicazione dalla Sottocommissione Elettorale Circondariale di Fidenza che la lista per MARIO SPEZIA SINDACO - PROGETTO PER SALSO, non è stata ammessa alla competizione elettorale del Comune di Salsomaggiore Terme.
Sapevamo della restrittiva interpretazione del regolamento e della legge nazionale (e sottolineamo “nazionale”) che circolava tra la burocrazia salsese, ma avevamo fiducia che la chiarezza del regolamento bloccasse in anticipo ogni tentativo di interferenza e sopruso.
La legge e la Costituzione Italiana, infatti, intendono facilitare il processo di partecipazione alla vita politica, non ostacolarlo o limitarlo. Non è così, evidentemente, per la burocrazia locale.
Poichè le interpretazioni pretestuose che la burocrazia italica compie quotidianamente sono la base dei tanti e continui torti che subisce il cittadino, abbiamo voluto iniziare a dire con determinazione “basta”, a partire dalla presentazione della lista, e questo non con le solite parole ma con un atto di legalità.
È nostra ferma intenzione portare gli apparati pubblici ad essere al servizio, e non al comando, dei cittadini.
Non chineremo il capo di fronte alle vessazioni di una burocrazia cavillosa, e non lo faremo solo per noi, ma anche e soprattutto per i salsesi, soffocati da regolamenti artificiosi mentre l’economia langue e la città muore. 
Procederemo, quindi, a presentare ricorso e continueremo a condurre la nostra campagna esercitando un diritto inalienabile per qualsiasi cittadino".

Ampi servizi sulla Gazzetta di Parma in edicola .

 Vai al nostro speciale ELEZIONI SALSO: notizie, liste, forum di discussione e i profili dei candidati