Sei in Archivio

Spettacoli

A Quarantotto le opere impossibili

30 aprile 2013, 21:46

A Quarantotto le opere impossibili

Laura Ugolotti

Il piacere della cultura, quella che sembra inaccessibile e invece non la è. Sarà questo il tema al centro di «Le opere impossibili», la settima puntata di «Quarantotto» che cercherà di sfatare il mito della differenza tra cultura alta e popolare.
«Parlare di cultura alta e popolare - spiega Luca Sommi - ormai non ha più senso, come di cinema impegnato o commedia: le commedie, quando sono intelligenti, regalano un’analisi antropologica migliore di tanti film d’autore».
Con Luca Fontana, traduttore e docente di Drammaturgia allo Iuav di Venezia e Luigi Allegri, direttore del dipartimento di Beni culturali dell’Università di Parma, Sommi affronterà opere considerate dei «macigni» della letteratura, del teatro e del cinema, per dimostrare che, in realtà, non sono poi così inavvicinabili.
Si parlerà dell’Ulisse di Joyce, del film Heimat di Edgar Reitz, del Pinocchio teatrale di Carmelo Bene, ma anche della Divina Commedia, nelle sue due letture più famose, quella di Gassman e quella di Benigni.
E per dimostrare che la cultura «alta» è anche divertente, Sommi e i suoi ospiti scomoderanno autori come Woody Allen e Nanni Moretti e Kafka. «Pensare all’ironia contenuta nella Metamorfosi o nell’Ulisse - chiarisce Sommi - aiuta ad avvicinarsi a quella letteratura erroneamente ritenuta difficile. La cultura è gioia e scoperta, non noia o difficoltà: la curiosità e la mente aperta aiutano a superare certi pregiudizi».
La puntata - registrata al Theatro del Vicolo - si arricchirà di contributi video: sequenze di «Heimat», stralci di «Pinocchio», ma anche scene tratte dai film di Moretti.
«Vedremo alcuni filmati eccezionali, come la partita a calcio tra filosofi greci e filosofi tedeschi, con Aristotele che sfida Marx, che i Monty  Python realizzarono in uno dei loro spettacoli. Confronteremo la lettura del Paradiso di Dante declamata da Gassman e quella letta da Roberto Benigni, per parlare di due diversi modi di recitazione. Leggeremo alcuni passaggi dell’Ulisse, una delle più importanti opere della storia della letteratura. Insomma, una puntata che ci aiuterà a divertirci con i mostri sacri della cultura di ogni tempo e che saprà incuriosire gli spettatori, aiutandoli magari a scegliere un buon spettacolo teatrale, un buon libro o un buon film».
La settima puntata di Quarantotto andrà in onda questa sera, martedì 30 aprile, alle 21 su Tv Parma. La replica sarà disponibile su www.tvparma.it.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA