Sei in Archivio

Economia

La nuova figura dell'assistente familiare

30 aprile 2013, 15:17

Sono un amministratore di condominio e vorrei chiarimenti sulla figura di assistente familiare.
P.T.
Parma

Giovanni Mazzoli - CONSULENTE DEL LAVORO PRESSO ASSOCIAZIONE PROPRIETÀ EDILIZIA PARMA

La figura di assistente familiare è la maggiore novità introdotta dal rinnovo del Contratto Collettivo nazionale di lavoro per i dipendenti da proprietari di fabbricati che, come noto, riguarda i portieri, gli addetti alle pulizie e gli altri dipendenti dei Condomìni e di altre realtà immobiliari. Per assistente familiare si tratta, in particolare, di lavoratori che possono svolgere in appositi spazi condominiali (se autorizzati) o all’interno della propria abitazione (se interna al Condominio) – ovvero nelle proprietà esclusive di uno o più condòmini – servizi per la prima infanzia o per persone anziane autosufficienti, in favore dei condòmini o di una parte di essi.
Nel Contratto nazionale di lavoro viene precisato che coloro che usufruiranno di tale servizio se ne assumeranno le relative spese.
La nuova figura dell’assistente familiare si aggiunge a quella dell’assistente condominiale, chiamato a compiti di natura diversa, come il disbrigo di pratiche amministrative, anche attraverso strumenti informatici. Giova precisare che entrambe le figure - assistente familiare e assistente condominiale - la cui retribuzione è riportata nella Tabella D allegata al contratto nazionale e consultabile dal sito internet www.confedilizia.it sono dipendenti del Condominio e/o della proprietà e pertanto non vengono attratte dalla disciplina del lavoro domestico in quanto il datore di lavoro non è una famiglia né una comunità familiare.