Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Porcino on the road

30 aprile 2013, 21:48

Dell'uso del fungo Porcino di Albareto nella cucina locale si parlava già nel Settecento. Dal 1993 questo goloso ingrediente, versatile per primi e secondi piatti ma anche contorni della tradizione culinaria locale, è poi insignito della denominazione di Indicazione Geografica Protetta – unitamente a quello di Borgotaro (PR) e Pontremoli (MS) – e Albareto è tappa obbligata per chi percorre la Strada del Fungo Porcino, munito di buon fiuto e bastone, alla ricerca dei preziosi miceti.
Delizia che nasce spontanea tra boschi di faggio, castagno e abeti, il re del sottobosco viene incoronato ogni anno sull’Appennino Parmense, dove si saluta l’estate con il suo profumo. Per celebrarlo e proporlo in tutte le sue declinazioni, dal 6 all’8 settembre 2013, la Fiera Nazionale del Fungo Porcino di Albareto (PR) torna e si rinnova con ingresso libero per tutti. I festeggiamenti iniziano il venerdì alle 18.00 con il taglio del nastro della manifestazione e si prosegue il sabato dalle 9 alle 24 e la domenica dalle 9 in poi.
Giunta alla sua 18° edizione, la settima da quando ha carattere nazionale, la Fiera di Albareto è gemellata con la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba (Cuneo) e può contare complessivamente su oltre 5mila metri quadrati di strutture coperte, sull’apporto di 220 volontari ed una serie di iniziative collaterali che ogni anno ne arricchiscono il sapore.
Il programma, in via di definizione, verrà reso noto al più presto.