Sei in Archivio

Parma

Scuola, dodici insegnanti in più alla primaria. E più tempo pieno a Vicofertile, Porporano, Sorbolo, Fidenza e Langhirano

30 aprile 2013, 16:47

Scuola, dodici insegnanti in più alla primaria. E più tempo pieno a Vicofertile, Porporano, Sorbolo, Fidenza e Langhirano

Si è svolto l’incontro tra i sindacati e il dirigente scolastico territoriale relativo agli organici del corpo docente in provincia di Parma per il prossimo anno scolastico. Ed eccp tutte le variazioni comunicate.

"Per la scuola dell’infanzia l’organico di 345 docenti rimane invariato con alcuni cambiamenti, a causa del calo di iscrizioni: la scuola di Santa Maria del Taro perde un docente che verrà assegnato alla scuola di Borgo Val di Taro; anche la scuola di Bore perde un docente che verrà assegnato alla scuola di Lesignano. Nel caso di Bore il tempo scuola sarà mantenuto identico, grazie al fatto che il comune verserà il corrispettivo economico all’Ic Valceno affinchè possa assumere un insegnante dalle graduatorie - spiega il  referente provinciale della Gilda degli insegnanti, Salvatore Pizzo - Con l’ulteriore organico di fatto si spera soddisfare le liste di attesa a Fontanellato, Fontevivo ed il completamento a Collecchio, Noceto, Traversetolo, Felino, Calestano e Fidenza".


Per la scuola primaria, invece,  vi è un incremento di 12 insegnanti: da 1325 si passa a 1327, e le piccole scuole dei comuni montani continuano ad essere aperte in deroga. "A causa della denatalità vi sono sei classi a tempo pieno che non verranno riattivate: a Lagrimone, Bedonia e Fontanellato, le risorse verranno spostate per soddisfare richieste di tempo pieno a: Vicofertile, Porporano, Sorbolo, Fidenza e Langhirano.  A causa del calo del numero degli iscritti ci sono tre docenti perdenti posto alla scuola primaria, rispettivamente a Busseto, Medesano e Neviano.  Viene mantenuto aperto anche il plesso di Mormorola grazie ad un particolare progetto didattico che coinvolgerà il plesso di Solignano.  Per la scuola secondaria di I grado e per quella di II grado è stata annunciata una nuova convocazione per informare le Organizzazioni Sindacali.  La Gilda degli Insegnanti rivendicherà maggiori risorse per garantire le richieste di tempo pieno in città ed in provincia e di incrementare sensibilmente l’organico della scuola dell’infanzia."