Sei in Archivio

Gazzettascuola

La missione di pace del Bertolucci

01 maggio 2013, 14:08

Parma, 30 aprile 2013 – Sono stati gli “inviati di pace” di Parma e del Parmense: inviati in una delle zone più travagliate del mondo, Israele e Palestina. Ora, come previsto, i ragazzi del liceo scientifico e musicale Attilio Bertolucci “restituiscono” alla città e al territorio ciò che hanno potato con sé da quel viaggio, compiuto tra ottobre e novembre scorso, sostenuto dalla Provincia di Parma e organizzato dal Coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani in collaborazione con la Rete europea degli enti locali per la pace in Medio Oriente: “semi” di pace da piantare qui da noi.
Due gli appuntamenti: giovedì 2 maggio alle 17 e venerdì 3 maggio dalle 9 alle 13.
Giovedì 2 maggio alle 17, a Palazzo Giordani (via Martiri della Liberazione, 15), sarà inaugurata la mostra fotografica e video sulla missione: saranno esposti gli scatti più significativi e i video che testimoniano il percorso, le emozioni, i vissuti di quattro allievi del liceo alle prese con il conflitto israelo-palestinese e con le sue conseguenze sulla vita quotidiana dei coetanei. La mostra sarà aperta dal 2 al 10 maggio a tutta la cittadinanza e in particolare agli studenti, e sarà accompagnata dalla pubblicazione in digitale (ebook) del diario della missione. All’inaugurazione parteciperanno l’assessore alle Politiche sociali della Provincia Marcella Saccani, il dirigente del Liceo Bertolucci Aluisi Tosolini, la docente Silvia Cacciani e i ragazzi che hanno preso parte alla missione.
Venerdì 3 maggio dalle 9 alle 13, sempre a Palazzo Giordani (Sala Borri), la missione in Israele e Palestina farà invece da spunto al convegno “Scuola, territorio ed educazione alla cittadinanza glocale”: dopo l’introduzione della docente del Bertolucci Silvia Cacciani interverranno Flavio Lotti, direttore del Coordinamento nazionale enti locali per la pace e i diritti umani (“La solidarietà cambia le cose. Anche in Israele e Palestina”), Francesco Cavalli, direttore del Premio giornalistico televisivo “Ilaria Alpi” (“Costruire la pace in Medio Oriente: il ruolo dei media”), Shadi Zatara, coordinatore dei programmi giovani Juzoor a Gerusalemme Est (“Educare alla cittadinanza a Gerusalemme”), gli studenti del Bertolucci Sara Tedeschi e Pietro Barazzoni (“Appunti di viaggio”) e il dirigente del Bertolucci Aluisi Tosolini (“Il viaggio come forma di educazione alla cittadinanza”). La mattinata sarà conclusa dall’assessore alle Politiche scolastiche della Provincia Giuseppe Romanini.
Ospite d’eccezione del convegno sarà Shadi Zatara, palestinese di Gerusalemme. Laureato in Sociologia, specializzato sul tema “Impatto della globalizzazione sulla gioventù” all’università di  Birzeit, in Palestina, Zatara lavora come coordinatore dei programmi per i giovani di Juzoor, un’organizzazione palestinese fondata nel 1996. Dal 2007 si occupa dei programmi giovanili sia a livello locale sia internazionale, in particolare nella regione euro-mediterranea. È specializzato in programmi di educazione nelle scuole e nelle università su diversi argomenti, tra cui la partecipazione dei giovani alla cittadinanza attiva, l’inclusione sociale, il volontariato, il dialogo interculturale e l’educazione ai diritti umani. Organizza inoltre campi estivi per giovani, scambi culturali e corsi di formazione per bambini e ragazzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA