Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Anche ragazze e sposi novelli sui trattori della sfilata di San Polo d'Enza

02 maggio 2013, 21:53

Anche ragazze e sposi novelli sui trattori della sfilata di San Polo d'Enza

Comunicato stampa del Comune di San Polo d'Enza

Anche due trattoriste, quest’anno, hanno partecipato alla tradizionale sfilata dei trattori per la festa dei lavoratori organizzata unitariamente dai tre sindacati in collaborazione con l'Auser di San Polo. Ivana e Ilaria, rispettivamente, pilota e navigatrice, hanno condotto il pesante mezzo per le vie di San Polo d'Enza provenendo da Reggio.
Sul carro trainato da un altro trattore c’erano anche due giovani sposini seduti su una balla di fieno.

Sono 54 i trattori che hanno sfilato per le vie del centro di San Polo per la festa del Primo maggio: il corteo di trattoristi è  una tradizione irrinunciabile per la festa dei lavoratori sampolese e quest’anno è la tredicesima edizione.
La maggior parte proviene da San Polo e dalle frazioni ma si annoverano anche trattoristi di Canossa, Bibbiano, Quattro Castella, Montecchio, Traversetolo e Reggio.
Il corteo, preceduto dalla banda musicale Candian di Montechiarugolo, è partito da via Rampognana ed ha raggiunto piazza Ruini passando lungo via Togliatti e via Gramsci. Sul palco Franca Romagnani, responsabile Spi-Cgil di San Polo, Ivo Mareggini, presidente sezione locale Auser , il sindaco Mirca Carletti e Loris Cavalletti, segretario regionale Fnp Cisl.

“A San Polo la festa del primo maggio è molto bella perché c’è sempre la sfilata dei trattori per questo motivo sono venuto volentieri - ha detto  Loris Cavalletti -. La crisi non può essere risolta con i tagli. Al governo chiediamo 3 cose: rifinanziamento ed estensione della cassa integrazione, lavoro, investimenti e rilancio del piano trasporti e  la riduzione  della tassazione soprattutto di pensionati e lavoratori dipendenti che con i talgi hanno ridotto il potere d’acquisto e colpire l’evasione fiscale”.
 
“Mai come quest’anno la Festa dei Lavoratori si svolge in un periodo in cui la mancanza di lavoro getta nella disperazione tante famiglie e ce ne accorgiamo soprattutto noi sindaci che siamo a contatto tutti i giorni con i cittadini.Oggi più che mai è indispensabile la cooperaizone di tutte le forze politiche per arrestare il declino economico e favorire la crescita – ha ricordato il sindaco Mirca Carletti.
 
Al termine i trattoristi hanno pranzato alla Grotta della Tartaruga.