Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Fidenza - Passa in Consiglio il rendiconto dell'esercizio 2012

02 maggio 2013, 20:12

Fidenza - Passa in Consiglio il rendiconto dell'esercizio 2012

Annarita Cacciamani
Il Consiglio comunale lunedì sera ha approvato il rendiconto dell’esercizio 2012. Il documento ha avuto il via libera con 11 «sì» (maggioranza e sindaco), un astenuto (Cerri) e 9 «no» (Pd, Pdl).
Il rendiconto è stato illustrato dal vicesindaco ed assessore al Bilancio Stefano Tanzi che, sottolineando la difficoltà dovute alle crisi, al calo dei trasferimenti statali e alla scarsità di risorse, ne ha presentato i principali aspetti.
«Nonostante le difficoltà della finanza locale e i vincoli sulla spesa corrente, questa amministrazione ha voluto garantire qualità e quantità di servizi – ha affermato - . Sono stati confermati gli stanziamenti a favore delle politiche sociali e per il diritto allo studio e non è diminuito il livello di attenzione alla cura della città». Venendo ai numeri, l’esercizio 2012 si è chiuso con «un avanzo di amministrazione di 473 mila euro, di cui 157 mila non vincolati, accantonati ad integrazione del fondo svalutazione crediti. L’indebitamento, invece, è sceso a 41 milioni 828 mila euro, circa un milione in meno rispetto al giugno 2009».
Per quanto riguarda invece, gli investimenti «ne sono stati finanziati circa 5 milioni, il 42% della previsione assestata». Secondo Tanzi, «è un risultato significativo in termini di investimento e indotto per l’economia locale». Inoltre, sono stati incassati 880 mila euro da alienazioni sui circa 5 milioni previsti nel bilancio di previsione 2012, mentre i proventi edilizi si sono attestati intorno agli 800 mila euro. Infine, sussistono debiti fuori bilancio per circa 28 mila euro dovuti a tre sentenze esecutive, fra cui 2 mila 500 euro per la sentenza del Tar di Parma relativa all’incarico di direzione dei lavori dell’sp 12 per il quale l’ordine degli ingegneri aveva presentato e vinto un ricorso. La somma è stata coperta con un prelievo dal fondo di riserva del bilancio 2013.
 La seduta si è aperta con l’invito, da parte della presidente Gambarini, ad esprimere vicinanza all’Arma dei Carabinieri per i fatti di questi giorni. All’invito si sono associati i consiglieri e la giunta.