Sei in Archivio

Provincia-Emilia

Frane, Errani scrive a Letta e invoca lo stato di emergenza: "In Emilia danni per 116 milioni"

02 maggio 2013, 11:33

Frane, Errani scrive a Letta e invoca lo stato di emergenza:

Una protesta che dice tutta la dignità e l'orgoglio della nostra Montagna. Una protesta muta, affidata a uno striscione ("La terra frana, la gente piange: Stato, dove sei?") e soprattutto ai secchi con la terra dei vari paesi in cui la Montagna si sta sbriciolando per colpa delle frane.
Il modo più concreto de più civile, all'ingresso del summit di stamattina a Tizzano, per richiamare l'attenzione dei governanti sul dramma che rischia di uccidere il nostro Appennino.

ERRANI SCRIVE A LETTA: "116 MILIONI DI DANNI IN EMILIA". «Mesi di precipitazioni hanno determinato danni per oltre 116 milioni di euro per interventi di urgenza e di messa in sicurezza: un costo altissimo, e non solo in termini economici». Lo ha scritto il presidente della Regione Vasco Errani in una lettera al neo premier Enrico Letta.
Errani sollecita un’azione del Governo «per il celere riconoscimento della dichiarazione di stato di emergenza, lo stanziamento di risorse indispensabili per l’assistenza alla popolazione colpita e la realizzazione degli interventi per il ritorno alla normalità, nonchè il ripristino sul patrimonio edilizio privato e sulle attività produttive e agricole, oltre che per la definitiva messa in sicurezza».
Per gli interventi più urgenti la Regione ha già messo a disposizione 1,8 milioni, di cui 418mila euro a favore dei Consorzi di Bonifica, dall’Assessorato all’Agricoltura.

Su Twitter la parlamentare Patrizia Maestri aveva annunciato la missiva di Errani: «Uscita poco fa appassionata lettera presidente #Errani al Governo: danni maltempo x 116 milioni. Riconoscere e FINANZIARE stato emergenza».

CONTINUA IL PRESSING DEI PARLAMENTARI DEL PD. DELRIO RISPONDE A SMS DI PAGLIARI: "FAREMO IL POSSIBILE" PER LO STATO D'EMERGENZA (leggi l'articolo)

 

La vigilia
Giornata importante, sul fronte delle frane: questa mattina alle 11, il centro Paglia ospiterà un incontro organizzato dal Consorzio di Bonifica Parmense e dal Comune di Tizzano per fare il punto della situazione sull’emergenza idrogeologica.

Per parlare di questo, ma anche per richiedere lo stato di emergenza per tutti i territori colpiti dal dissesto idrogeologico, si troveranno a Tizzano i sindaci dei comuni colpiti, il prefetto di Parma, una rappresentanza della Regione, il senatore Giorgio Pagliari e la deputata Patrizia Maestri, i presidenti di Provincia, Anbi, Uber, Ordine dei geologi Emilia Romagna, Bonifica Parmense e Bonifica Emilia Centrale.

 Frane, macerie e dolore: a Sauna è crollata la stalla dei Magnani

  La situazione a Sauna nel servizio del Tg Parma