Sei in Archivio

Parma

Accoltellato dal collega: "Poteva uccidermi"

03 maggio 2013, 12:06

Accoltellato dal collega:

 Chiara Pozzati

« Le botte erano talmente forti che faticavo a non crollare, quando il collega ha estratto il coltello non me ne sono neppure accorto. Un altro si era messo in mezzo, non ho visto i fendenti arrivare».  Eppure le cicatrici sulla pelle di Alessandro (il nome è di fantasia) non mentono. Tre sfregi profondi e inquietanti sul viso, costati al camionista 43enne, di origine padovana, cinquanta punti di sutura.  
 
Un’esplosione di furia stile «Arancia meccanica»: ecco cos’è accaduto secondo l’uomo aggredito la notte tra il 30 aprile e il primo maggio al Cepim di Fontevivo. Una versione che ha raccontato anche alle forze dell’ordine, dopo un primo tentennamento....................Articolo completo sulla Gazzetta di Parma in edicola
 
 
ARCHIVIO GAZZETTADIPARMA.IT  Cronaca nera: gli episodi più recenti