Sei in Archivio

Sport

Chi esulta e chi piange: per la Juve scudetto n. 29, il Pescara in B

05 maggio 2013, 19:26

Chi esulta e chi piange: per la Juve scudetto n. 29, il Pescara in B

 Juventus campione d’Italia, Pescara in serie B.  La 35esima giornata emette i primi due verdetti del campionato  quando mancano ancora tre turni alla fine del torneo. I bianconeri  festeggiano il secondo scudetto consecutivo (il 29esimo della  storia, più due revocati) battendo 1-0 in casa il Palermo grazie  al rigore trasformato da Vidal (nel finale espulso Pogba, sputo ad  Aronica). In coda, invece, vittoria importante per il Genoa che a  Marassi batte 4-1 il Pescara condannandolo alla matematica  retrocessione. Doppietta di Borriello e reti di Floro Flores e  Bertolacci (Sculli per gli abruzzesi) e il Grifone vola a +3 sul  Palermo, come detto sconfitto in casa della Juventus. Crolla a  Catania, invece, il Siena sconfitto 3-0 al Massimino. Protagonista  del match Bergessio, autore delle tre reti rossazzurre. Il vero  mattatore della giornata, però, è Miroslav Klose che segna 5 gol  nel 6-0 con cui la Lazio, che non vinceva dal 30 marzo, travolge  il Bologna. Al tedesco basta il primo tempo per realizzare una  tripletta, bello anche il gol di Hernanes, poi nella ripresa  ancora Klose, doppietta per il 6-0 finale e il pokerissimo  personale. I biancocelesti restano in corsa per l’Europa League,  per i rossoblù un ko pesante ma indolore visto che la salvezza è  virtualmente raggiunta. Per quanto riguarda la lotta Champions  League il Milan vince in extremis a San Siro sul Torino, grazie a  Balotelli in gol all’84'. I rossoneri si portano a +4 sulla  Fiorentina ieri sconfitta al Franchi dalla Roma. Infine, al  Tardini, con i gol di Parolo e Biabiany, il Parma batte 2-0  l'Atalanta. Stasera il posticipo Napoli-Inter chiuderà il 35esimo  turno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA