Sei in Archivio

Parma

Cresce l'istituto La Salle: inaugurata una nuova ala

05 maggio 2013, 20:11

Cresce l'istituto La Salle: inaugurata una nuova ala

 Lorenzo Sartorio

Una splendida e tiepida giornata di sole, un verde curato che  abbraccia  il plesso scolastico circondato dai vari impianti sportivi, sullo sfondo il magico scenario delle cime amiche del nostro Appennino, tantissimi ragazzi, genitori, insegnanti, un’ atmosfera  delle grandi occasioni, odore di nuovo. Immagini che potrebbero prestarsi per un spot di una scuola modello del terzo millennio. 
Invece stiamo parlando dell’Istituto De La Salle di via Berzioli dove, ieri mattina, è stato inaugurato il secondo  piano che ospiterà la scuola media ed un enorme salone polivalente per feste, riunioni e  recite. 
L'inaugurazione
All’inaugurazione erano presenti:  il vescovo  Enrico Solmi, che ha impartito la benedizione ai locali, il vice sindaco Nicoletta Paci, il visitatore generale della «Regione Italia» dei Fratelli delle Scuole Cristiane fratel Achille Buccella, il direttore del « De La Salle» di Parma fratel Salvatore Greco, fratel  Andrea Biondi, fratel Felice  e   fratel Piero Spagnolini. 
Ed ancora: Massimo Zecca,  presidente  associazione Ex allievi lasalliani, Alessandro Cobelli, presidente della sportiva lasalliana, Arnaldo Marocchi, Piero Coghi, presidente della «Famiglia lasalliana», Gabriele Zecca , presidente del Consiglio d’Istituto , Saverio Borrini, «Stella d’oro al merito  Lasalliano» ed uno dei principali fautori della nuova costruzione ed infine Giuliano Mingori, titolare dell’omonima impresa che ha effettuato i lavori, al quale è stata consegnata una targa in segno di stima e riconoscenza. 
Gli onori di casa sono stati fatti da fratel Greco il quale ha rivolto un saluto ai presenti ed ha letto  i messaggi del sindaco Pizzarotti, del senatore Pagliari e dell’assessore Alinovi (entrambi ex allievi) impossibilitati  ad intervenire. 
I benefattori
Un ringraziamento particolare, il direttore del «De La Salle», lo ha rivolto ai benefattori e alla cooperativa che da anni gestisce la scuola «e che - ha detto - ci è stata da sempre concretamente  vicino anche nei momenti difficili». 
Il vescovo, complimentandosi con i fratelli e i loro collaboratori, ha rammentato come le scuole paritarie italiane rappresentino  per lo Stato un risparmio  di 6 miliardi di euro all’anno testimoniando, inoltre,  «un’alleanza educativa fra famiglie ed insegnanti». 
Sono quindi intervenuti  il vice sindaco Nicoletta Paci la quale si è felicitata con i lasalliani per un opera «che non solo produce cultura, ma è anche aperta al quartiere per varie iniziative».  E’ infine intervenuto Fabrizio Ferri, presidente della Cooperativa Lasalliana che opera dal 1993 a fianco dei Fratelli, il quale ha ribadito  l’impegno dei genitori a favore di «una realtà che ogni anno sta crescendo come qualità dei servizi e numero di allievi». 
La cerimonia è stata allietata da brani di Vivaldi e Bach eseguiti da Stefania Marusi al flauto, Giulia Rossi al violoncello e Sara Dieci al pianoforte.