Sei in Archivio

Spettacoli

"Tale e quale" Giò di Tonno: "Tanti ruoli ma sono sempre io"

07 maggio 2013, 01:32

Una nuova produzione è pronta  ad impreziosire il cartellone della stagione del Teatro Nuovo di Salsomaggiore .  «Talk Radio», in programma sabato 11 maggio alle 21, (info www.teatronuovosalsomaggiore.it) è un recital con incursioni teatrali, che ha come protagonista assoluto Giò Di Tonno. L’indimenticabile Quasimodo del musical «Notre Dame de Paris», di recente vincitore di «Tale e Quale Show» su RaiUno, si trova qui catapultato in un curioso studio radiofonico, per una intervista notturna. In studio trova Marco Caronna (autore e regista dello spettacolo), uno stralunato speaker che lo conduce in una intervista-concerto, sempre in bilico tra la canzone e lo sberleffo. Due pianisti ad accompagnare Giò Di Tonno, personaggi-complici dello speaker, Alessandro Nidi e Valter Sivilotti, autori anche degli arrangiamenti. Mentre il racconto si snoda, arrivano alcune telefonate, come in tutte le radio… Qui però a chiamare è un killer, interpretato da Paolo Rossini, un personaggio bizzarro, surreale, che sembra uscito  da un film dei fratelli Coen… Tra queste vicende si consuma una notte in radio, attraversata dalla straordinaria voce di Giò, a guidare il cammino. E’ lo stesso Giò Di Tonno a raccontarci questo spettacolo.
Come ti trovi in questo strano studio radiofonico?
«A meraviglia. Marco Caronna ha trovato un contenitore che lascia spazio a tutte le invenzioni. In questa sua strana radio si può parlare, si può cantare, e ci si trova dentro a una storia parallela che scorre in un immaginario “fuori teatro”, popolato da quelli che stanno ascoltando… Poi lui è un pazzo e quindi ha pensato che a telefonare in radio sia un killer, che non sa bene chi di noi due vuole uccidere. Però tutto questo mi dà la possibilità di mettermi alla prova come affabulatore. Canto, ma racconto molte cose».
In questa storia si ripercorre comunque il tuo percorso di cantante.
«Naturalmente sì, sono e voglio essere un cantante. In questo spettacolo verrà fuori il mio lavoro di cantautore, poi ci saranno quelle canzoni che mi hanno lasciato dentro un segno importante, inutile dire che non mancherà il mio rapporto col musical e con 'Notre Dame' in particolare, così come ci sarà un momento per portare in scena questo mio nuovo “vestito”, insomma, quello di calarmi nei panni di un altro artista, lasciatemi dire anche che sono molto felice di avere con me due grandi pianisti come Nidi e Sivilotti».
Quindi sarà rappresentata anche la tua partecipazione, diremmo trionfale, a “Tale e Quale Show”?
«Certamente: la trasmissione di Carlo Conti mi ha dato grande visibilità e devo dire mi ha fatto anche divertire moltissimo. Poi a me piace pensare che le mie non siano proprio imitazioni; sono omaggi, quadri rivisitati di personaggi a cui sento di dovere molto. E naturalmente li porterò con me».
Chi verrà a teatro ritroverà Quasimodo, il Giò Di Tonno cantautore, il Giò Di Tonno trasformista, l’attore…
«Quasimodo mi è rimasto cucito addosso, è sempre emozionante rituffarsi nell’atmosfera di Notre Dame. Comunque in questo Talk Radio troveranno spazio tutte le mie anime, oltre naturalmente a tutto ciò che Caronna improvviserà. Te l’ho detto che è un pazzo…».

© RIPRODUZIONE RISERVATA