Sei in Archivio

Sport

Il Coni di Parma festeggia le sue "stelle"

06 maggio 2013, 15:05

Il Coni di Parma festeggia le sue

 Vittorio Rotolo

Qualcuno ci scherza sopra, interrogandosi se queste benemerenze non vengano assegnate più per anzianità che per gli effettivi meriti. La realtà dei fatti, ovviamente, dice la seconda. Perché essere insigniti con le Stelle d’oro, d’argento e di bronzo dalla giunta nazionale del Coni, che ha conferito le onorificenze nella sua sede provinciale di Moletolo,  rappresenta il giusto riconoscimento a quanti hanno regalato allo sport anni importanti della propria vita, perennemente animati da competenza e passione. Ne ha viste tante, ad esempio, nella sua lunga carriera dirigenziale, Gianni Bertolazzi, dal 1981 alla guida del Basket Parma, società che ha portato ai vertici del panorama cestistico femminile. A lui è stata assegnata la Stella d’oro al merito sportivo. «Un premio che voglio condividere con i miei collaboratori – ricorda Bertolazzi –: senza il loro aiuto, in tutti questi anni, per me sarebbe stato impossibile raggiungere determinati traguardi. Obiettivi futuri? Darsene di nuovi, alla mia età, diventa complicato. Ma  continuerò a lavorare per mantenere il Basket Parma ad alti livelli e per far crescere tante giovani. Non tutte diventeranno campionesse affermate, ma l’auspicio è che possano essere donne in grado di trasmettere i valori cardine dello sport». Tra i premiati con le Stelle d’argento, durante la cerimonia che si è svolta ieri a Moletolo, spiccano Enzo Bandini, presidente provinciale della Federazione motociclistica italiana; Arnaldo Bicocchi, numero uno dell’Unione italiana Tiro a segno di Parma; Alberto Cavalli, fino allo scorso anno presidente regionale della Federazione italiana Tennis Tavolo; Alberto Anedda, per tre mandati al timone regionale della Federazione Medico Sportiva.  «Sono orgoglioso di questa benemerenza, che arriva in un anno significativo – afferma Anedda –: fra qualche mese, infatti, doteremo Parma di un centro di Medicina dello sport all’avanguardia, che inaugureremo dopo l’estate in viale Mentana. Ad esaltare il binomio sport-salute è l’attenzione per i giovani, affinché pratichino l’attività in tutta sicurezza, ma anche la dimensione raggiunta dall’esercizio fisico in termini di prescrizione nei casi di malattie croniche».
Alla presenza, tra gli altri, dell’assessore comunale allo Sport Giovanni Marani e del responsabile dell’Agenzia provinciale allo Sport Walter Antonini, sono state conferite anche tre Stelle di bronzo ai dirigenti Andrea Casella (calcio femminile), Francesco Di Mattia (karate) e Luciano Gasparini Azzali (rugby). Tanti i riconoscimenti assegnati ad atleti e società, artefici di imprese straordinarie. «La bacheca delle diciassette  società premiate comprende due titoli mondiali, uno europeo e 16 italiani conquistati in tredici  differenti discipline» sottolinea il delegato provinciale del Coni, Gianni Barbieri. «Risultati lusinghieri – ribadisce – che rappresentano il segno tangibile della vitalità espressa dalla componente sportiva nel nostro territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA