Sei in Archivio

Quartieri-Frazioni

Sportivamente insieme, la solidarietà cammina sfidando il maltmpo

07 maggio 2013, 01:51

Sportivamente insieme, la solidarietà cammina sfidando il maltmpo

Sette chilometri e mezzo per imparare a stare al passo dell’altro. Camminando sulle orme della solidarietà. Il progetto «A spasso con Fa.ce» ha chiamato a raccolta oltre un centinaio di parmigiani armati di scarpe da ginnastica e buona volontà. Ecco la vera e propria sfida a cui la Fa.ce, per tanti anni fiore all’occhiello di quartiere Lubiana, ha invitato la città. Così, partendo dalla Fattoria di Vigheffio, i partecipanti hanno seguito due percorsi da 4 e 7,5 chilometri. Una strada accessibile a tutti e priva di barriere architettoniche. E, grazie alla competente collaborazione di Uisp, un folto drappello di persone ha condiviso l’emozione di essere campioni coi campioni. Già, perché c’erano anche due testimonial d’eccezione: Adriano Malori (campione del mondo di ciclismo a cronometro) e Massimo Voltolina (Iron man). Il cuore del volontariato ha creato un’occasione veramente «solare» sfidando la pioggia. L’associazione Famiglie cerebrolesi onlus (Fa.Ce) ha dato vita a una vera e propria rete di sponsor e attori che hanno patrocinato con soddisfazione l’iniziativa. «Talvolta, nella vita quotidiana, a vincere non sono i primi che arrivano al traguardo. Piuttosto coloro che arrivano alla meta creando lungo il cammino amicizia, unità e coesione: non solo parole ma un vero modo di vivere» spiegano gli organizzatori. Il successo della giornata ha consolidato rapporti tra le numerose associazioni presenti rilanciando al prossimo settembre una nuova edizione dell’evento. «Una camminata davvero aperta a tutti, partita da un luogo a noi più che simbolico, la fattoria di Vigheffio, - spiega Walter Antonini, responsabile agenzia per lo Sport della Provincia -. Un grazie alla Fa.Ce. e alle tante associazioni di volontariato e sportive che con caparbietà e spirito di fare rete sono riuscite a far passare un messaggio importante per tutti noi: lo sport al servizio dei valori più profondi come la solidarietà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA